BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Android 5, 5.0.1, 5.0.2, 5.1: Samsung Galaxy S4, Galaxy S5 Wind e TIM, Note 3, S4 Mini, Nexus 5, 4 uscita Italia aggiornamento

Ecco lo stato della distribuzione dell'aggiornamento Android 5.0 Lollipop per i principali terminali Samsung, dal Galaxy S5 al Galaxy Note 3.




La principale novità nell'ambito dell'aggiornamento Android 5.0 Lollipop è il rilascio in Italia per i modelli no brand del top di gamma Samsung Galaxy S5. A conti fatti, la distribuzione si aggiunge a quella per le versioni Vodafone e 3 Italia mentre si resta ancora in attesa della disponibilità per le release Wind e Tim. Entrambi gli operatori telefonici non hanno diffuso alcuna comunicazione, ma è verosimile attendere il rollout entro la fine di questa mese. Resta però da capire quale sarà l'impatto sull'esperienza d'uso ovvero se il software porterà con sé problemi di stabilità generale durata della batteria, lag indesiderati e connessione Wi-Fi instabile.

Ovviamente non si tratta dell'unico dispositivo Samsung coinvolto dall'upgrade. Il lista d'attesa c'è anche il Galaxy Note 4, per il quale il nuovo sistema operativo dovrebbe arrivare in questo mese per i modelli no brand e per quelli Vodafone.

In ballo ci sono anche l'ex top di gamma Galaxy S4, per cui la distribuzione dovrebbe essere avviata nel mee di marzo, e probabilmente anche il Galaxy Note 4. Ma quando si tirano in ballo le tempistiche occorre sempre molta cautela poiché le tabelle di marcia degli aggiornamenti Android sembrano essere scritte per essere disattese. Tanti dubbi, poi, sull'approdo su Galaxy S4 Mini.

Non è poi da escludere che il prossimo upate per i terminali Samsung possa essere direttamente uno dei nuovi Android 5.0.1 o Android 5.0.2. Anzi, da tempo quest'ultimo viene dato in fase di test per Samsung Galaxy S4, Samsung Galaxy Note 3, Samsung Galaxy Note 4, Samsung Galaxy Note Edge e Samsung Galaxy Alpha. Stesso destino potrebbe essere riservato al Nexus 5 o al Nexus 4, per i quali si aspetta Android 5.0.2 o addirittura il futuro Android upgrade 5.1.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il