BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Renzi: riforma, novità incontri, eventi, appuntamenti di Febbraio

Sono tanti gli appuntamenti sulla riforma pensioni da segnare in agenda, a partire dalla riforma della pubblica amministrazione. Le ultime notizie.




Sono tante le novità sulla riforma pensioni Renzi da mettere in conto in questo mese. Fra le più urgenti c'è la decisione definitiva sulla proroga della cosiddetta opzione donna ovvero la possibilità per le lavoratrici di congedarsi anticipatamente optando per il sistema contributivo ovvero di una riduzione dell'importo mensile. Dovrebbe poi chiudersi la partita della nomina di Tito Boeri alla presidenza dell'Inps. Il parlamento aveva sollevato dubbi sul possesso dei requisiti per occupare questa carica da parte dell'economista della Bocconi. I chiarimenti sono stati dati e la strada è ora in discesa.

Entra poi nel vivo la riforma della pubblica amministrazione, in cui sono contenute misure per la mobilità e il prepensionamento: il disegno di legge delega riprende mercoledì il cammino in Commissione Affari costituzionali al Senato, dove è sotto esame da mesi e dovrebbero cominciare le procedure di voto. Ma restano nodi da sciogliere su questioni delicate, a partire dai licenziamenti. In ballo ci sono anche i nuovi decreti attuativi del Jobs Act, l'altra faccia della medaglia del welfare, che seguono i primi due approvati sul finire dello scorso anno.

La sostenibilità del debito pubblico italiano è oggetto di dibattito tra Roma e Bruxelles. Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan si sta spendendo per evitare l'apertura di una procedura di infrazione, sebbene il debito comincerà a scendere dal 2016. La nuova stima sul deficit 2015 è pari al 2,6%. Nel 2016 si abbasserà al 2%. Il deficit strutturale si può ridurre di 0,25 punti. Per quest'anno è da mettere in conto una crescita modesta del Pil: l'Unione Europea resta prudente sulle stime mentre per il 2016 prevede un +1,3%. I senza lavoro resteranno a livelli elevati nel 2015 (12,8%) e segneranno solo un marginale calo nel 2016: 12,6%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il