BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: proposte ufficiali sindacati ieri in attesa nuova riunione all'Ue lunedì prossimo

Ieri, mercoledì 12 Febbraio 2015, due importanti appuntamenti per la riforma pensioni. Vediamo come sono andati.




AGGIORNAMENTO: Riforma pensione, continuano le novità e ultime notizie su un tema assolutamente sempre molto caldo. Ieri i sindacati hanno presentato le loro proposte che abbiamo visto in questo articolo, mentre per quanto riguarda la trattativa tra Grecia e Ue, pur continuando in parte oggi, la riunione decisiva vi sarà lunedì prossimo. L'importanza della Grecia, tra cui nella trattativa del debito ci sono anche le pensioni, l'abbiamo spiegata nell'articolo sottostante.

Domani, mercoledì 11 febbraio, alla vigilia del vertice Ue, si terrà una riunione straordinaria dell'Eurogruppo sulla Grecia e le decisioni dell’Ue sulla Grecia potrebbero avere particolare influenza anche sull’evoluzione della questione riforma pensioni in Italia.

Del resto, tra le tante novità e ultime notizie, la situazione sembra essere diventata piuttosto confusa dopo annunci, proposte, nuove bocciature e spaccature interne agli stessi partiti. In riferimento a situazione greca e questioni italiane al vaglio del governo, è intervenuto il ministro dell’Economia Padoan che ha spiegato come si sia “una volontà comune, nostra e della Grecia, di trovare una soluzione duratura e non frettolosa, che poi è anche la soluzione per l'Europa”.

Per Padoan il superamento della Troika, il programma di austerità imposto dall’Ue alla Grecia, “è un falso problema: la Troika ha ancora una sua attualità, semmai si tratta di ridisegnarne i programmi, di trovare quel delicato, sottile, difficile equilibrio tra due esigenze: la necessità di garantire conti in regola e il dovere di migliorare la vita della gente. In questo inizio di 2015 c'è un clima nuovo in Europa, perché sta cambiando la Ue e perché anche l'Italia sta cambiando di suo. Bisogna trovare soluzioni comuni che vadano sempre più verso una progressiva mutualizzazione, una messa in comune di risorse e di politiche”.

Non solo Ue: mentre domani si attenderanno le decisioni dell’Eurogruppo, il governo Renzi, in patria, sarà impegnato nell’incontro, programmato già da tempo, con i sindacati che presenteranno le loro proposte di cambiamento per le pensioni.

L’obiettivo è trovare soluzioni comuni e condivise che possano finalmente modificare l’attuale legge pensionistica, sostenendo lavoratori e pensionati, cercando anche di chiudere definitivamente la questione esodati, pensando anche ai quota 96 della scuola, cui, però, il presidente dell’Inps Boeri sembra ben disposto, intenzionato a sbloccare nuove risorse proprio per risolvere la situazione di 4mila lavoratori della scuola in difficoltà da tempo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il