BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Certificazione Unica 2015: software e programma, istruzioni utilizzo Agenzia Entrate. Segnalati problemi e richieste soluzioni

Come compilare nuova Certificazione Unica 2015 e ancora problemi dopo software Agenzia delle Entrate: i problemi e nuove richieste professionisti abilitati




Professionisti abilitati e Consulenti del Lavoro chiedono ancora proroghe a Mef e Agenzia delle Entrate per la presentazione della nuova Certificazione Unica 2015. Il motivo di tali richieste deriva dal fatto che il software necessario per la sua compilazione è stato reso disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate solo lo scorso 5 febbraio e, considerando che la scadenza di presentazione della Cu è fissata per il 9 marzo e che bisogna riportare troppi dati, le organizzazioni Adc, Aidc, Anc, Andoc, Unagraco, Unico e Ungdcec, hanno chiesto al ministro dell’Economia Padoan, al vice ministro Luigi Casero e al direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, che i dati della Certificazione Unica da inviare all’Agenzia delle Entrate entro il 9 marzo riguardino solo quelli necessari senza la generalità dei compensi.

Rispetto al vecchio Cud, la nuova Cu prevede, infatti, l’obbligo di inserimento dei dati Inail e dei compensi per i lavoratori autonomi, dei dati previdenziali ed assistenziali relativi alla contribuzione versata o dovuta all’Inps, dei dati relativi alle gestioni ex Inpdap e l’importo dei contributi previdenziali e assistenziali a carico del lavoratore versati e/o dovuti all’ente previdenziale di riferimento al periodo d’imposta 2014, nel caso della CU2015.

La Cu, inoltre, è suddivisa in sezioni in cui il sostituto d’imposta deve riportare le somme per: redditi di lavoro autonomo, redditi diversi, provvigioni per procacciatori d’affari, agenti di commercio, venditori a domicilio e attività di mediazione, prestazioni relative a contratti d’appalto, e indennità corrisposte per la cessazione di rapporti di agenzia, per la cessazione da funzioni notarili e per la cessazione dell’attività sportiva quando il rapporto di lavoro è di natura autonoma. E’ chiaro, dunque, come risulti piuttosto complicato in così poco tempo riuscire a reperire e inserire tutti i dati richiesti.

Il software Certificazione Unica 2015 sfrutta la nuova tecnologia Java che permette di utilizzare le applicazioni direttamente dal web. Per eseguire il software bisogna utilizzare la Java Virtual Machine versione 1.7, i sistemi operativi supportati sono Windows 8, Windows 7, Windows Vista, Linux (distribuzioni Ubuntu, Fedora e Red-hat 9), Mac OS X 10.7.3 e superiori. La Certificazione Unica 2015 si considera effettuata quando si conclude la ricezione dei dati da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Subito dopo l’invio, il servizio invierà un messaggio di avvenuta trasmissione del file e in un secondo momento sarà inviata la vera e propria comunicazione di avvenuto ricevimento, che documenta il completamento dell’operazione. Il programma prevede quattro fasi: impostazione iniziali; compilazione della certificazione; validazione e creazione file telematico (per passare a questa fase bisogna attendere il semaforo verde); stampa e salvataggio.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il