BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Evasione fiscale, Equitalia 2015: nuovi controlli conti correnti saldi, carte di credito, investimenti. Come funziona, per chi

I nuovi controlli del Fisco e della Superanagrafe: come funzionano le novità, cosa prevedono e chi toccheranno. Tutto pronto a partire




Si prepara a debuttare Superanagrafe dei conti correnti: entro il 28 febbraio banche, compagnie di assicurazioni, intermediari dovranno trasmettere all’Agenzia delle Entrate ogni informazione sui movimenti di conti corrente, conti depositi, fondi pensione, carte di credito, acquisti d’oro e di preziosi, accessi alle cassette di sicurezza relativi al 2013. I dati relativi al 2014 potranno essere inviati fino al prossimo 29 maggio. C’è chi punta il dito contro questa novità ritenendola una particolare invasione della privacy per stanare i furbetti del fisco che comunque continueranno a trovare ‘strade alternative’.

Quattro, in particolare, le informazioni da inviare relative al 2013 e al 2014, dal saldo contabile a inizio e a fine anno, all’importo totale degli accrediti effettuati, agli addebiti nello stesso anno. I dati sul 2013 arriveranno entro il 2 marzo e quelli sul 2014 entro il 29 maggio, mentre le informazioni 2015 dovranno essere inviate da banche e intermediari entro il 15 febbraio del prossimo 2016. Partendo dai conti deposito di titoli e obbligazioni, gli intermediari finanziari dovranno comunicare al Fisco il controvalore dei titoli rilevato a inizio e a fine 2013 e 2014 (come da estratto conto) e l'importo totale sia degli acquisti sia dei disinvestimenti di titoli, fondi e altro effettuati nel 2013 e 2014.

Per quanto riguarda i conti deposito, bisognerà segnalare i saldi contabili a inizio e a fine 2013 e 2014 e gli importi totali sia degli accrediti che degli addebiti effettuati nel 2013 e 2014; per le carte di credito e debito, il Fisco conoscerà l'utilizzo del plafond di spesa a inizio e a fine anno e l'importo totale degli acquisti effettuati nell'anno. Stesso discorso per le prepagate ricaricabili. Nel mirino anche cassette di sicurezza, per cui dovrà essere comunicato dagli intermediari finanziari il numero totale degli accessi effettuati nell'anno; operazioni extra conto, di cui il Fisco conoscerà l'ammontare delle operazioni nel 2013 e nel 2014 e il numero delle operazioni effettuate; operazioni di compravendita di oro e metalli preziosi avvenute nel 2013 e 2014.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il