BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, uomini riforma Governo Renzi: novità referendum abolizione Legge Fornero. Lega fa ricorso all'UE

In fase di preparazione un ricorso alla Corte di Strasburgo contro la bocciatura del referendum per l'abolizione della legge Fornero.




La battaglia per la proposizione del referendum per la cancellazione della legge Fornero non è ancora terminata. La novità nell'ambito della riforma pensioni è la predisposizione del ricorso alla Corte di Strasburgo contro la bocciatura del quesito da parte della Corte Costituzionale. Ad annunciarlo è stato Matteo Salvini, leader della Lega che punta i piedi contro la pronuncia di inammissibilità della Consulta. Alla base della decisione dei giudici c'è stato lo stretto collegamento tra la riforma Fornero e la legge di bilancio che, secondo quanto prescritto dalla Costituzione, non può essere sottoposta a referendum popolare.

Cosa c'è in ballo con questa ipotesi di referendum? Come cambierebbe l'impianto previdenziale italiano nel caso di proposizione del quesito e della eventuale successiva vittoria dei sì all'abolizione? Verrebbe cancellata la norma che prevede a partire dal primo gennaio 2012 il calcolo dell'assegno con il metodo contributivo al posto di quello retributivo che si basa sulla media delle retribuzioni percepite negli ultimi anni di vita lavorativa. Verrebbe abolito il progressivo aumento dell'età anagrafica per ritirarsi dal lavoro e sarebbero ripristinati il meccanismo delle quote e la finestra di scorrimento di 12 mesi di attesa.

Secondo i requisiti in vigore dal primo gennaio di quest'anno per andare in pensione occorre aver raggiunto 66 anni e 3 mesi di età se lavoratori dipendenti e autonomi e se lavoratrici del settore pubblico, 63 anni e 9 mesi se lavoratrici del settore privato; 64 anni e 9 mesi per lavoratrici autonome. In merito alla pensione anticipata, per le persone in possesso di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, sono richiesti per il congedo dal lavoro 42 anni e 6 mesi di anzianità contributiva per gli uomini e 41 anni e 6 mesi per le donne.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il