BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Certificazione Unica 2015: problemi, soluzioni, sanzioni, proroga. A commercialisti risponde ancora una volta Agenzia Entrate

Chiarimenti da Agenzia delle Entrate con nuova circolare ufficiale su invio Certificazione Unic a 2015, modalità, tempi ed eventuali sanzioni. Le novità




Una nuova circolare ufficiale dell’Agenzia delle Entrate riporta nuove informazioni e chiarimenti su eventuali sanzioni e multe per ritardi di invio della nuova Certificazione Unica 2015, da quest’anno usata al posto del Cud, partendo dal precisare che non ci saranno sanzioni per chi invierà in ritardo la Cu necessaria per la compilazione del modello 730 precompilato che inizierà ad essere inviato a lavoratori dipendenti a partire dal prossimo 15 aprile.

L’Agenzia delle Entrate ha, inoltre, precisato di aver pubblicato la versione definitiva della Certificazione Unica il 15 gennaio 2015, dunque nei tempi previsti, con tutte le specifiche tecniche necessario per l’invio telematico dei dati, ‘con largo anticipo rispetto al termine ultimo del 15 febbraio 2015 e nell’ottica della collaborazione, le Entrate hanno organizzato diversi incontri con i professionisti del settore e messo a disposizione un software gratuito per la compilazione e l’invio delle certificazioni’.

Inoltre, per rendere più semplice la prima applicazione di questo invio, per il primo anno gli operatori potranno scegliere se compilare la sezione dedicata ai dati assicurativi relativi all’Inail e se inviare o meno le certificazioni contenenti esclusivamente redditi esenti. Inoltre, per il primo anno, purchè tutte le certificazioni uniche riportino i dati utili per predisporre il 730 precompilato entro il 9 marzo, tutti gli altri dati, come del resto richiesto da professionisti abilitati e Consulenti del Lavoro, potranno essere inviati anche successivamente. E in tal caso non saranno comunque applicate multe o sazioni.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il