BusinessOnline - Il portale per i decision maker








50 sfumature di grigio film e libro: tante differenze. Cosa c'è e cosa non è presente trama, personaggi, scene da non perdere

Giovedì 12 febbraio uscirà al cinema il film '50 Sfumature di grigio', tratto dall'ononimo romanzo. Un film molto atteso, vediamo il confronto con il libro e inoltre ecco alcune scene salienti.




Grande scalpore per questo film che in Italia sarà vietato ai minori di 14 anni, questo perché contiene delle scene davvero molto spinte dal punto di vista sessuale. D'altronde il film tratta di una relazione piuttosto perversa tra Anastasia e Christian, che andrà avanti tra tracce d'amore e gesti violenti.

A differenza del libro, il film non esamina in modo accurato la personalità di Christian: anche se sono presenti scene dove si notano i gusti sessuali violenti del'uomo, il film non mette in risalto un aspetto ben più importante,e cioè la mania del possesso dell'uomo, che considera Anastasia solo come un oggetto, e inoltre dal libro si notano bene le distorsioni psicologiche del ragazzo, cosa che invece nel film non accade in modo così netto.

Ecco alcune scene del film che bisogna guardare.: una prima scena è quella di dove i due si conoscono, già da qua si nota come lei sia attratta verso quest'uomo di potere, che risulta piuttosto enigmatico. Un'altra scena interessante è quando Anastasia (ubriaca) viene portata in albergo da Christian, la mattina dopo si ritrova nuda, ma lui gli precisa che non ha approfittato di lei.

Una prima scena davvero piccante arriva quando i due protagonisti fanno per la prima volta sesso, e si nota subito che per lui non c'è amore, è solo un atto fisico. Un altra scena molto forte è quando Christian la lega con la cravatta e hanno un rapporto piuttosto violento. Un altra scena piccante è quando i due hanno un rapporto nella rimessa delle barche di lui, anche qui il rapporto non viene vissuto con amore, ma piuttosto con ossessione da parte dell'uomo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il