BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Istanze online: ATA terza fascia 2015 e ATA seconda fascia. Novità settimana aggiornamento graduatoria, domande, stipendi

La pubblicazione delle graduatorie definitive di terza fascia del personale ATA è rallentata dall'alto numero dei reclami presentati.




La partita delle graduatorie di terza fascia del personale ATA è ancora aperta. A causa della valanga di ricorsi è stato finora impossibile procedere con la pubblicazione dell'elenco definitivo. D'altronde, recriminazioni personali a parte, ci sono stati troppi errori materiali nell'attribuzione del punteggio da rendere impossibile la chiusura di questa partita.

A ogni modo, nella fase di costituzione delle graduatorie i dirigenti degli Uffici scolastici territoriali devono fare riferimento ai dati riportati dal candidato nel modulo di domanda sia per verificare l'ammissibilità della domanda stessa, sia per determinare l'inclusione dell'aspirante nelle singole graduatorie richieste, sia per il calcolo del punteggio da assegnare in base ai valori indicati nella tabella di valutazione.

Si ricorda che era possibile opporre reclamo al dirigente scolastico per esclusione, inammissibilità della domanda o punteggio assegnato entro 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria all'albo della scuola. Dopodiché, in caso di respingimento del reclamo, è possibile proporre ricorso per via ordinaria.

Fra le questioni più spinose nell'ambito della scuola c'è quella dei pagamenti arretrati fra gli anni scolastici 2011-2012 e 2013-2014 che coinvolge 5.200 lavoratori. Il Ministero dell'Istruzione continua a ribadire la sua posizione di chiusura e le organizzazioni sindacali sono pronti a far valere le ragioni dei ricorrenti per via giudiziaria chiedendo al giudice l'emanazione di decreti ingiuntivi di pagamento.

In seguito occorrerà fare i conto con la decisione del governo Renzi di aumentare il numero delle esternalizzazioni dei servizi scolastici. Nulla è stato ancora deciso, ma si tratta di una ipotesi da legare al piano di assunzione di poco meno di 150.000 docenti a settembre 2015.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il