BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Isee 2015, Partita Iva Minimi, Certificazione Unica, Dichiarazione Iva dati invio: novità della settimana Agenzia Entrate

Contribuenti e professionisti abilitati alle prese con presentazioni modelli e prime scadenze fiscali 2015: quali sono, cosa prevedono e novità




Contribuenti e professionisti abilitati alle prese con presentazioni modelli e prime scadenze fiscali 2015: vediamo quali sono e cosa prevedono

Isee 2015: Consulenti del Lavoro ed altri professionisti abilitati lamentano ancora la manca di chiarezza e chiedono proroghe per la presentazione del modello Isee 2015, anche diverse banche stanno incontrando  difficoltà nella definizione della giacenza media dei conti di coloro che richiedono l'Isee, e intanto il Tar del Lazio ha accolto il ricorso presentato dai familiari dei disabili che contestavano la previsione  in base alla quale anche i contributi ricevuti a fine assistenziale vengono conteggiati con i redditi da lavoro.  Si tratta dei contributi erogati dall’Inps, come le pensioni di invalidità e le indennità di accompagnamento, aiuti indispensabili per le famiglie con disabile. Il Tar ha considerato discriminatoria, nei confronti dei disabili minorenni ed anziani, la possibilità che il nuovo Isee dà ai disabili maggiorenni, senza coniuge e senza figli conviventi con i genitori, di indicare, per la richiesta di prestazioni sociosanitarie,  un nucleo famigliare ristretto, composto dalla sola persona con disabilità senza i genitori, beneficio di cui non godono i disabili minorenni nè i disabili anziani, che nel calcolo del loro reddito devono considerare anche quello di coniugi e figli non conviventi.

Certificazione Unica 2015: come ormai ben noto, da quest’anno il Cud è stato sostituito dalla nuova Cu che deve essere presentata non solo da lavoratori dipendenti, ma anche da chi ha corrisposto nel 2014 contributi previdenziali e assistenziali dovuti all’Inps e all’Inps Gestione Dipendenti Pubblici e/o premi assicurativi dovuti all’Inail e deve riportare tutti i propri dati e quelli del coniuge e di altri familiari a carico, il grado di parentela, il codice fiscale,  percentuali di detrazioni spettanti e presenza di eventuali minori di tre anni. L’Agenzia delle Entrate ha deciso che non ci saranno sanzioni per chi invierà in ritardo la Cu per il modello 730 precompilato e che per il primo anno potranno essere riportati nella Cu, entro il 9 marzo, solo i dati utili per predisporre il 730 precompilato e tutti gli altri dati, come richiesto da professionisti abilitati e Consulenti del Lavoro, potranno essere inviati anche successivamente, senza per questo incorrere in sanzioni. I professionisti abilitati potranno, dunque, scegliere se compilare o meno la sezione dedicata ai dati Inail e se inviare o meno le certificazioni con solo redditi esenti e che le certificazioni contenenti solo redditi non dichiarabili con il 730 potranno essere inviate oltre la scadenza senza per questo prevedere alcuna sanzione.
 
Riforma Partita Iva: Il premier Renzi ha annunciato modifiche per il nuovo regime dei minimi che prevede un’aliquota al 15% per compensi compresi tra i 15mila e i 40mila euro, in base al lavoro che si svolge, senza alcun limite temporale o anagrafico, mentre il vecchio regime prevedeva un limite di adesione al regime di 5 anni o fino al compimento del 35esimo anno di età, ma un’aliquota al 5% per compensi fino a 30mila euro per tutti. Si pensa di tornare di tornare al vecchio regime abolendo però i limiti temporali previsti.

Dichiarazione Iva: Si avvicina anche il termine di presentazione della Dichiarazione Iva 2015 per tutti coloro che esercitano un’attività di impresa, artistica o professionale, che per l’invio della dichiarazione possono scegliere se inviare la dichiarazione Iva unificata, da consegnare entro il 30 settembre, o la dichiarazione Iva autonoma da presentare entro il 28 febbraio, che offre ai contribuenti il vantaggio dell’esenzione dalla comunicazione dei dati Iva e della compensazione del credito Iva per alcuni importi. Se il contribuente decide di presentare la dichiarazione Iva autonoma entro il 28 febbraio non dovrà presentare la comunicazione dati Iva.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il