BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità nuove ricerche per cui sistema non regge senza interventi

Sempre più insostenibile il sistema pensionistico italiano: troppo alta la spesa. Necessari tagli anche per pensioni future. La situazione




Dito puntato ancora contro l’insostenibilità del sistema pensionistico attuale: troppo alta la spesa pensionistica italiana, come hanno accertato Ue, Fmi, Ocse, sono necessari tagli e serve rimettere in equilibrio il sistema per garantire equità ma soprattutto la pensione alle future generazioni dei pensionati oggi giovani lavoratori, talvolta precari. 

E sono proprio loro a preoccupare: secondo gli ultimi dati del Censis, a causa del sistema contributivo della nuova riforma pensioni, circa il 65% dei giovani occupati dipendenti che oggi hanno tra i 25 e i 34 anni avrà una pensione sotto i mille euro e si tratta di una stima ottimistica, considerando che riguarda i 3,4 milioni di giovani che oggi sono ben inseriti nel mercato del lavoro, con contratti standard.

Insieme a loro ci sono 890.000 giovani tra 25 e i 34 anni con contratti di collaborazione o lavoratori autonomi, e poi ci quasi 2,3 milioni di Neet, che non studiano nè lavorano e che, secondo il Censis, saranno gli anziani poveri di domani. Per rimettere in equilibrio il sistema e cancellare le ingiustizie che ci sono si potrebbe procedere con quel piano  ricalcolo contributivo per tutti del presidente dell’Inps Boeri, o con tagli del premier Renzi, tra revisione di baby pensioni, false pensioni integrative, pensioni di invalidità e di reversibilità.

Si tratta di meccanismi che permetterebbero di rimettere in equilibrio il sistema previdenziale ma anche di accumulare risparmi per nuovi interventi sulle pensioni, magari con quei piani uscita anticipata flessibile per tutti, che permetterebbero il prepensionamento ai lavoratori più anziani e la creazione di nuovi posti di lavoro per i più giovani, cosa che spingerebbe a rilanciare occupazione giovanile e mercato del lavoro, in generale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il