BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Certificazione unica: comunicato ufficiale dei Consulenti del Lavoro. Nuove richieste, proroga e soluzioni ad Agenzia Entrate

Nonostante proroga dell’Agenzia delle Entrate e cancellazione sanzioni, ancora richieste da Consulenti del Lavoro: la situazione e difficoltà




Manca ancora qualche settimana alla scadenza dell’invio della Certificazione Unica 2015, che sostituisce il vecchio Cud e che deve essere presentata entro il 28 febbraio al lavoratore interessato ed entro il 9 marzo all’Agenzia delle Entrate, ma a causa delle tante difficoltà che sostituti d’imposta, Caf e Consulenti del Lavoro stanno incontrando, l’Agenzia delle Entrate ha dato più tempo per l’invio della Cu e senza prevedere sanzioni. Il documento è composto da due sezioni distinte, una per i lavoratori dipendenti e dunque relativo al classico 730, e l’altro per gli autonomi.

Per entrambe le categorie bisognerà compilare la categoria corrispondente allo stato del contribuente, inserendo, oltre ai classici dati anagrafici del contribuenti, anche ritenute, acconti del dichiarante e del coniuge, crediti non rimborsati, oneri detraibili o deducibili, previdenza complementare e via dicendo.

Le Entrate hanno, dunque, permesso l’invio delle certificazioni contenenti i dati principali e redditi esclusivamente non dichiarabili con il 730, senza prevedere alcuna sanzione, quindi i sostituti di imposta potranno scegliere se compilare o meno la sezione dedicata ai dati Inail e se inviare o meno le certificazioni solo con i redditi esenti. Le certificazioni contenenti esclusivamente redditi non dichiarabili con il 730 potranno essere inviate anche in ritardo senza subire multe.

L’ultima circolare dell’Agenzia delle Entrate conferma, quindi, che non saranno applicate sanzioni per le Certificazioni Uniche che non contengono i dati da trasferire nelle dichiarazione precompilata, ma restano i timori dell’Ancl-Su, che aveva proclamato il primo sciopero della categoria dal 7 al 14 marzo.

E, come annunciato dal presidente nazionale Ancl-Su Longobardi, “Lo stato di agitazione permane perché rimane da verificare l’evoluzione della posizione dell’Agenzia rispetto al resto delle Certificazioni Uniche e ai ristretti tempi di compilazione in caso di conguaglio fiscale effettuato nel mese di febbraio. Questo è un altro dei motivi per quali invitiamo l’Agenzia delle Entrate e il governo ad ascoltare le ragioni della nostra protesta, e individuare la nostra categoria come il migliore e maggiore partner per la gestione dell’operazione 730 precompilato”.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il