BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Disoccupati,disoccupazione,indennitÓ 2015 Dis-Coll,Asdi,Naspi,partita iva,nuovi contratti: novitÓ Consiglio Ministri venerdý Renzi

Il prossimo Consiglio dei Ministri di venerdý prossimo 20 febbraio e il prossimo decreto Milleproroghe potranno essere le occasioni per novitÓ fiscali e non solo




Il prossimo Consiglio dei Ministri di venerdì prossimo 20 febbraio e il prossimo decreto Milleproroghe potranno essere le occasioni per novità circa revisione del nuovo regime dei minimi per chi decide di aprire una nuova Partiva Iva, e i decreti attuativi del Jobs Act sulle nuove forme contrattuali, a partire da quello a tempo indeterminato per tutti e a tutele crescenti, e sul via ai nuovi ammortizzatori sociali. Quest’ultima questione nei giorni scorsi ha fatto parecchio discutere. Diverse le novità negative. Mentre, infatti, continua il cammino per rendere operativo il nuovo contratto a tutele crescenti, ha subito una battuta d'arresto sul decreto sugli ammortizzatori sociali.

Il problema deriva dal fatto che per finanziare i nuovi sussidi di disoccupazione Naspi, Asdi (assegno di disoccupazione) e Dis-Coll (l’indennità per gli ex co.co,co), il governo ha previsto nella Legge di Stabilità risorse per 2,2 miliardi nel 2015 e 2016 e 2 miliardi per il 2017, ma si tratta di una soglia che dovrebbe essere eliminata perché potrebbero essere di più coloro che chiedono accesso ai nuovi ammortizzatori sociali, per cui servirebbe una clausola di salvaguardia per assicurare l’erogazione del sussidio anche in caso di esaurimento delle risorse.

Venerdì 20 febbraio, come annunciato dal premier Matteo Renzi, in CdM nel nuovo decreto fiscale si tornerà a parlare di regime dei minimi 2015. Secondo quanto previsto dalla Legge di Stabilità, dovrebbe salire al 15% l’aliquota di tassazione per compensi tra i 15mila e i 40mila euro, in base al lavoro che si svolge, senza alcun limite temporale. La proposta di modifica da parte del sottosegretario Zanetti è quella di un ritorno al vecchio regime che prevedeva un limite di adesione al regime di 5 anni o fino al compimento del 35esimo anno di età, ma un’aliquota al 5% per compensi fino a 30mila euro per tutti.

Renzi ha detto ‘Spero che riusciremo a presentare tutta la riforma fiscale il 20 febbraio. Prossimo Consiglio dei ministri (venerdì). Decreti legislativi su partite Iva, fatturazione elettronica, cococo, maternità. La volta buona’. Il nuovo decreto fiscale dovrebbe contenere, tra gli altri provvedimenti, anche un riordino delle diverse forma contrattuali con la cancellazione definitiva dei contratti di collaborazione, anche a progetto, e il passaggio ad assunzioni a tempo indeterminato

Disoccupati 2016: assegno, indennitÓ, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2016, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi Ŕ rivolto e come funziona

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il