BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Istanze online: ATA 2015 terza graduatoria aggiornamento. Domande part-time e inserimento ruolo. E nuovi incontri con sindacati

Sono tante le questioni aperte in ambito scolastico, a partire dalla pubblicazione delle graduatorie d'istituto ATA di terza fascia.




Si avvia verso la conclusione la pubblicazione delle graduatorie d'istituto ATA di terza fascia. Nelle ultime ore anche le segreterie scolastiche della provincia di Napoli hanno provveduto a renderle pubbliche. Entro 10 giorni è possibile proporre reclamo al dirigente scolastico contro l'esclusione dalla graduatoria finale, l'inammissibilità della domanda o il punteggio assegnato.

C'è poi tempo fino al 15 marzo 2014 per presentare domanda di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a part-time da parte del personale scolastico. Nell'istanza, fa presente il sindacato SAB, deve essere specificato il tipo di part-time che si chiede e cioè in senso orizzontale con l'articolazione del servizio in tutti i giorni della settimana ridotto del 50% oppure in senso verticale con servizio solo in alcuni giorni settimanali, di norma non meno di tre.

Chiaramente la trasformazione del rapporto di lavoro incide anche sul trattamento retributivo e contributivo ma non fa venir meno gli obblighi contrattuali di servizio connessi alla funzione docente o alla qualifica rivestita per il personale ATA.

Sta poi proseguendo il braccio di ferro fra Ministero dell'Istruzione e organizzazioni sindacali sui pagamenti arretrati fra gli anni scolastici 2011-2012 e 2013-2014 che coinvolge 5.200 lavoratori. Nel piano di riforma della scuola, poi, non c'è traccia del personale ATA.

Viene piuttosto prevista l'assunzione di 148.100 docenti a settembre 2015, poi, a esaurimento, la chiusura delle graduatorie dei precari storici. Previsto il superamento delle supplenze brevi: a coprire i posti vacanti sarà una squadra stabile di professori senza cattedra a disposizione di una rete di più scuole vicine. Cambiano gli scatti per le carriere degli insegnanti: ogni 3 anni 2 docenti su 3 avranno un aumento in busta paga di 60 euro in base alla valutazione della qualità del lavoro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il