BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Certificazione Unica 2015: professionista, lettera aperta su problemi, errori. E modifiche e proroga inoltrate da associazioni

Ancora difficoltà lamentate da commercialisti per la compilazione della nuova Cu 2015. Troppe le informazioni inutili richieste. Nuovo caso




Richieste di informazioni utili, talvolta doppie, troppe rispetto a quelle del vecchio Cud: le difficoltà che consulenti del Lavoro, commercialisti e tutti gli altri professionisti abilitati stanno incontrando nella compilazione della nuova Certificazione Unica 2015 non sono certo una novità. La novità, tuttavia, è che dopo chiarimenti e precisazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate che ha anche prorogato, come richiesti dai sostituti di imposta, i tempi di presentazione della Cu laddove non serve per la predisposizione del modello 730 2015 precompilato, i problemi persistono e continuano ad essere denunciati.

L’ultimo, in ordine di arrivo, è una lettere scritta da una commercialista di Bologna che chiede chiarezza sulle informazioni che devono essere riportate nel frontespizio cella Cu 2015 relative al dipendente pensionato o precettore delle somme. Per ogni soggetto è infatti previsto un codice associato alla sua situazione personale, per cui è necessario sempre sapere se si tratta di un insegnante, medico, professore universitario, pensionato o altro e, nel caso dei lavoratori autonomi, bisogna anche sapere se sono già pensionati o percepiscono qualche assegno pensionistico.

Secondo la commercialista si tratta di informazioni inutili, che non sono mai state richieste per le dichiarazioni dei redditi, ma che portano via solo tempo ai professionistici abilitati. Intanto, nonostante la proroga concessa dall’agenzia delle Entrate per presentazioni di Cu oltre la data di scadenza del prossimo 9 marzo, il presidente nazionale Ancl-Su Longobardi ha comunque confermato “Lo stato di agitazione permane perché rimane da verificare l’evoluzione della posizione dell’Agenzia rispetto al resto delle Certificazioni Uniche e ai ristretti tempi di compilazione in caso di conguaglio fiscale effettuato nel mese di febbraio. Questo è un altro dei motivi per quali invitiamo l’Agenzia delle Entrate e il governo ad ascoltare le ragioni della nostra protesta, e individuare la nostra categoria come il migliore e maggiore partner per la gestione dell’operazione 730 precompilato”. E a questa situazione si aggiunge anche il fatto che molti software (o meglio alcuni aggiornamenti) sono stati resi disponibile da poco, nonostante il software ufficiale dell’Agenzia delle Entrate per l’invio della Cu sia stato rilasciato da circa 10 giorni.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il