BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, donne, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità interventi richiesti con forza da INPS, minoranze e sindacati

Le ultime notizie sulla riforma pensioni non soddisfano le organizzazioni sindacali che chiedono l'apertura di una vera piattaforma di confronto con il governo.




Ci sono anche i sindacati sul piede di guerra per protestare contro la riforma pensioni Renzi che non arriva e le recenti decisioni sul welfare italiano. Le novità dell'esecutivo sia sul versante della previdenza sia su quello del lavoro non sono considerati sufficienti per rispondere alle emergenze sociali del Paese. Da qui l'annuncio di uno scontro frontale anche a colpi di scioperi e manifestazioni.

Chi sta cercando di porre le pensioni al centro dell'attualità politica è il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti. Tutte le volte che si presenta l'occasione non si tira indietro dal sottolineare l'importanza di rendere il sistema più flessibile e di prevede misure di tutela per gli over 50 disoccupati e senza ammortizzatori sociali. Per loro aveva immaginato una sorte di prestito previdenziale, da restituire senza interessi e in piccole rate, per consentire loro di congedarsi. Ma finora l'ipotesi è rimasta lettera morta.

Adesso rincara la dose: "La legge Fomero ha creato problemi e ora abbiamo la necessità di introdurre alcuni elementi di flessibilità in uscita, a partire dalle condizioni socialmente più difficili". I tempi sono però indefiniti, anche per via dei pochi margini economici in cui muoversi e per le tante urgenze a cui dare una risposta. Fra le ultime soluzioni sul tavolo dei ragionamenti ci sono l'incentivazione all'uscita anticipata nel caso di accordo fra impresa e lavoratori e la revisione delle regole sul riscatto della laurea.

A detta di Poletti il tema previdenza è centrale e "la stabilità dei conti è segno della nostra affidabilità. Però adesso dobbiamo riflettere anche su un altro dato: quanto costa in termini di competitività tenere al lavoro persone che già hanno dato tutto? Ecco, dobbiamo partire da qui e ragionare con l'Europa su questo schema".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il