BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bollo auto 2015: continuano modifiche singole regioni auto epoca e altri modelli. Novità detrazioni, esenzioni, calcolo, proroga

Il Bollo auto per il 2015 suscita ancora molte polemiche, con diverse regioni che ancora non hanno stabilito in modo definitivo le regole da rispettare.




In particolare regioni quali Lazo, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto, Puglia, e tante altre regioni, non useranno una uniformità di comportamento per quando riguarda il pagamento del bollo applicato anche alle auto che hanno dai venti ai ventinove anni. In particolare il Governo Renzi ha previsto che queste automobili devono pagare il bollo, e che auto storiche si definiscono solo quelle che hanno dai trent'anni in su. Tuttavia mentre alcune regioni si sono allineate a questo provvedimento, altre si sono opposte. In particolare la Lombardia ha deciso di non far pagare il bollo alle auto che non raggiungono i trent'anni, in Veneto e Emilia Romagna invece le auto che non raggiungono i vent'anni devono pagare, tuttavia possono essere esentate se sono iscritte in appositi albi. Poi ci sono altre regioni che prima hanno detto una cosa e adesso ne stanno facendo un'altra. In particolare la Regione Umbria prima aveva dichiarato di far pagare il bollo anche alle auto ventennali, tuttavia adesso ci sta ripensando, e non lo farà pagare più. Nel caso in cui si paga il bollo con ritardo, è aumentato anche il regime di sanzione che viene applicato. Tutto questa situazione di incertezza ha portato molti automobilisti (e le categorie che li rappresentano) a lamentarsi, e danno la colpa principalmente al governo centrale, che ha introdotto questa novità per le auto storiche. Naturalmente l'obiettivo dell'esecutivo era quello di aumentare la platea di automobilisti obbligati a pagare il bollo, tuttavia la saggezza e il buon senso di alcune regioni hanno permesso a questi cittadini di non pagare. Visto il caos che regna è stata anche avanzata una proposta di prorogare l'applicazione di questa norma, tuttavia ciò non è stato preso in considerazione dal governo centrale, e cosi ci sono regioni dove il bollo si pagherà per queste auto, e regioni in cui il bollo non si pagherà.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il