Regali di Natale 2006? Solo un pensierino...vincono le bancarelle

Un altro natale magro quello di quest'anno e i fortunati che prenderanno la tredicesima la destineranno alle spese correnti del mese di dicembre e a qualche rata destinata ad acquisti d prodotti non ancora in saldo



Un altro natale magro quello di quest'anno e i fortunati che prenderanno la tredicesima la destineranno alle spese correnti del mese di dicembre e a qualche rata destinata ad acquisti d prodotti non ancora in saldo. Bollette, rate, mutui e scadenze fiscali hanno preso il posto di vestiti, alimenti e consumi superflui come i doni, dunque, cosa porterà Babbo Natale 2006 agli Italiani? A chiederselo è CODICI che con una indagine ha rilevato che per quest'anno vince il pensierino e ad essere prese d'assalto sono le bancarelle e le grandi distribuzioni, così mentre l'anno scorso la spesa media, a regalino, per il 25 dicembre oscillava tra i 20 e i 30euro, quest'anno gli italiani spenderanno in media dai 5 ai 10 euro.

"Risparmiare e non sprecare il proprio denaro per acquisti superflui va bene, - afferma il segretario nazionale del CODICI, Ivano Giacomelli - ma attenzione, sulle bancarelle c'è il rischio di incorrere nell'acquisto di merce sprovvista del marchio CE".

L'Osservatorio CODICI inoltre rileva che molti dei prodotti venduti sulle bancarelle non rispettano le norme di sicurezza ed igiene dell'Unione Europea. L'associazione stila qualche consiglio per gli acquisti natalizi sulle bancarelle e nelle grandi distribuzioni, che riportiamo di seguito:

  • Tutti i prodotti commercializzati nell'Unione Europea devono essere provvisti del marchio CE, possedere fondamentali requisiti di sicurezza ed igiene e rispettare le leggi europee sul copyright per poter essere venduti.
  • Attenzione nell'acquisto dei giocattoli, anche se provvisti del marchio CE, quest'ultimo potrebbe essere contraffatto.
  • Evitate di acquistare i fuochi d'artificio, sono di scarsa qualità e pericolosi.
  • Attenzione nell'acquisto di scarpe e indumenti personali, potrebbe trattarsi di merce usata e mal ridotta.
  • Nelle grandi distribuzioni è tempo di grandi occasioni; sconti su libri, cd e dvd. Prestate molta attenzione al periodo di validità dell'offerta, se scaduto pagherete la merce a prezzo pieno.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il