BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: prima legge ufficiale quota 100, contributivo, Mini pensione, prestito

Nuova norma per uscita anticipata approvata? La novità del ddl Concorrenza, cosa prevede e quali conseguenze per meccanismi prestito pesionistico, quota 100 e altri




Riforma pensioni Fornero forse in via di cambiamento: tra le novità e ultime notizie una nuova norma del ddl Concorrenza che prevede una possibilità di uscita anticipata per gli iscritti ai fondi di previdenza complementare disoccupati da più di due anni e a cui mancano meno di dieci anni per maturare i requisiti pensionistici richiesti. Questi lavoratori potranno chiedere la pensione anticipata dalla prestazione complementare. Il disegno di legge sulla concorrenza prevede, nel dettaglio, che ‘in caso di cessazione dell'attività lavorativa che comporti l'inoccupazione per un periodo di tempo superiore a 24 mesi, le prestazioni pensionistiche siano, su richiesta dell'aderente, consentite con un anticipo massimo di dieci anni rispetto ai requisiti per l'accesso alle prestazioni nel regime obbligatorio di appartenenza’.

Ciò significa che chi ha perso il lavoro da oltre due anni potrà dunque chiedere in anticipo l'erogazione della pensione maturata nel fondo di previdenza complementare purchè manchino dieci anni dal raggiungimento dei requisiti per accedervi. Altra novità prevista dal ddl è la possibilità per gli aderenti dei fondi pensione individuali di riscattare l'intera prestazione maturata se si perdono i requisiti di adesione al fondo antecedenti il pensionamento. Oggi questa possibilità vale solo nei fondi di pensione collettivi.

Questo anticipo previsto per le casse previdenziale complementari potrebbe in un certo senso anticipare il sistema di uscita anticipato di prestito pensionistico visto che come meccanismo prevede proprio un anticipo sulla pensione finale che il lavoratore, una volta maturati i requisiti richiesti, dovrà comunque restituire, per cui si tratta di un sistema che non prevede l’impiego di risorse aggiuntive e che eroga al lavoratore né più né meno di quello che comunque percepirebbe al termine della sua vita lavorativa.

L’anticipo sulla pensione previsto dai fondi potrebbe, dunque, rappresentare il primo passo verso sistemi di uscita anticipa con quota 100, mini pensione, sistema contributivo, validi per tutti. Si tratta, infatti, di permettere la possibilità di pensione anticipata non solo a chi ha difficoltà a raggiungere i requisiti pensionistici imposti dalla riforma pensioni Fornero ma anche di una soluzione a quel problema esposto dal ministro del Lavoro Poletti, di coloro che rischiano di perdere il lavoro e rimanere così senza stipendio e senza pensione. Con questi sistemi potrebbero mantenere una forma di tutela in più.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il