eBay potrebbe chiudere la sua sede in Cina e operare con Tom Online

eBay ha annunciato ieri che le sue attività in Cina verranno affidate ad una nuova venture controllata dal partner locale Tom Online



EBay ha annunciato ieri che le sue attività in Cina verranno affidate ad una nuova venture controllata dal partner locale Tom Online, che ha un portale Internet e una base clienti di telefonia mobile di 75 milioni di utenti, accordo che potrebbe consentire la crescita in un mercato nel quale, secondo gli analisti, il colosso USA non è riuscito a contrastare rivali come Yahoo, che ha invece associato le sue attività in Cina a quelle dell'azienda locale Alibaba.

EBay ha detto che le sue iniziative in Cina, avviate con l'acquisto del sito locale di aste EachNet per 180 milioni di dollari, proseguiranno con una joint venture con Tom Online, portale Internet con sede a Pechino e azienda di servizi wireless.
In base all’accordo, eBay investirà 40 milioni di dollari e avrà il 49% della società, mentre Tom Online investirà 20 milioni e controllerà il 51%. Le due società si divideranno ricavi e profitti. La nuova società realizzerà un nuovo sito di aste che sarà lanciato nel 2007. Tom Online, divisione di Tom Group, fa parte dell’impero dell’imprenditore di Hong Kong Li Ka-shing e offre contenuti e servizi come titoli delle notizie o messaggistica istantanea su telefonia cellulare.

L'amministratore delegato di eBay Meg Whitman ha dichiarato a Reuters "Una cosa che abbiamo imparato lavorando qui da tre o quattro anni è che saremo serviti meglio associandoci ad un partner locale che ha conoscenze sul posto".

Sara Nocentini

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il