BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, donne, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità prima legge ufficiale quota 100, prestito, contributivo

Nuove strade possibili per l’approvazione di sistemi di uscita anticipata: le novità ad oggi e la norma del ddl Concorrenza. Cosa prevede e quali conseguenze?




Potrebbero aprirsi nuove strade per l’approvazione dei piani di uscita anticipata per tutti in discussione in questo anno di governo Renzi: la riforma pensioni Fornero e i suoi requisiti di pensionamento potrebbero, infatti, subire cambiamenti grazie alle novità e ultime notizie che riportano l’approvazione di una prima possibilità di prepensionamento. Si tratta di una possibilità che riguarda gli aderenti ai fondi di previdenza integrativa e che prevede la possibilità di ricevere la pensione in anticipo per chi ha sottoscritto un piano pensionistico complementare e che potrà godere delle tutele del fondo a condizione che sia disoccupato da due anni e che manchino 10 anni al raggiungimento della pensione finale.

A riportare la novità l’articolo 15 del nuovo ddl Concorrenza che estende le modalità di accesso anticipato alle prestazioni pensionistiche, dando possibilità a chi è in difficoltà di ricevere in anticipo prestazioni pensionistiche. Chi, dunque, ha perso il lavoro da più di due anni e si trova a meno di 10 anni dal raggiungimento della pensione può fare richiesta di anticipo sulla previdenza complementare, facendo però i conti con il fatto che la richiesta anticipata di pensione prevedrà un abbassamento dell’importo dell’assegno finale, per cui bisognerà valutare la convenienza di una tale richiesta.

In ogni caso, questa possibilità di anticipo sulla pensione finale rappresenta comunque un primo passo verso piani di uscita anticipata che potrebbero essere approvati, sempre a fronte di penalizzazioni per il lavoratore che decide di lasciare prima il lavoro.

Del resto, si tratta di sistemi di cui si parla da mesi, tra prestito pensionistico o mini pensione, uscita a quota 100, sistema contributivo per tutti, che darebbero a chiunque volesse andare in pensione prima la possibilità di farlo sempre però prevedendo particolari decurtazioni, per cui non richiederebbero impiego di risorse aggiuntive e, soprattutto nel caso del sistema contributivo, potrebbero addirittura garantire risparmi nel lungo periodo che potrebbero essere reimpiegati in nuovi interventi per le pensioni.   

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il