Meridiana pronta ad acquistare la quota di maggioranza di Eurofly?

Ieri c’era qualche imperfezione nell’articolo del Sole su Eurofly, è vero



Ieri c’era qualche imperfezione nell’articolo del Sole su Eurofly, è vero. Per esempio Karim Aga Khan, 49esimo Imam dei musulmani ismaeliti e azionista di controllo della Meridiana tramite la holding Akdn (Aga Khan development network) non entra direttamente nel capitale di Eurofly messo in vendita dal fondo lussemburghese Profilo Spinnaker. In compenso Meridiana ha annunciato ieri sera al termine del consiglio d’amministrazione di avere firmato con Spinnaker (proprietario del 44% di eurofly) un accordo per l’acquisto del 29,95% del capitale della compagnia aerea rivale. Qualcosa insomma comunque bolliva in pentola.

Nell’articolo di Simone Filippetti si parlava anche di fusione fra le due compagnie, cosa impossibile nei termini attuali visto che per ora Meridiana non deve neanche lanciare l’opa sul gruppo. Il nuovo accordo, che dovrebbe essere perfezionato entro il prossimo 27 dicembre con il versamento di 16 milioni di euro pari a 4 euro a titolo, prevede però per Meridiana anche una opzione call sulla restante quota di Eurofly in mano a Spinnaker, ossia il 14,216% del capitale della compagnia aerea. Nel caso in cui Meridiana spendesse i 4,5 milioni necessari a esercitare queste opzioni call scatterebbe l’obbligo di opa su tutto il capitale di Eurofly: l’Aga Khan ha due anni (più uno per cui è possibile rinnovare versando 0,2 euro per ogni opzione) di tempo insomma per decidere se vuole lanciare un’offerta che potrebbe preludere alla fusione fra le due compagnie.

Intanto oggi Eurofly ritraccia in borsa dirigendosi verso quei cinque euro già chiaramente lontani dai fondamentali della compagnia e tanto alti da far calcolare a qualcuno nei giorni scorsi che con una capitalizzazione di borsa tanto alta (circa 9,2 volte il mol) la compagnia costa in pratica più della ricchissima EasyJet e quattro volte più di Air France. Che dire? Distorsioni della speculazione ora in carico a Meridiana.

Nel settore comunque continua il fermento e va segnalato che ieri Intesa ha negato per la prima volta la sua partecipazione ad una cordata con Airone per la conquista di Alitalia. Possibile che De Benedetti c’entri qualcosa con tutto ciò? Di certo questo, e probabilmente anche il 2007, saranno anni davvero convulsi per il nostro trasporto aereo.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il