BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui Marzo 2015 tasso fisso e variabile: offerte migliori, condizioni, spese. Confronto migliori offerte del mese

Andamento mutui e vendite: conviene acquistare oggi una nuova casa e offerte disponibili. Cosa propongono e le migliori da scegliere




Da mesi ormai si dice, e i numeri lo confermano, che sia questo il momento migliore per acquistare una casa, i prezzi sono decisamente calati e i mutui offrono tassi vantaggiosi, soprattutto quelli a tasso variabile. Ma, come sempre, scegliere di accendere un mutuo è sempre un'operazione che richiede attenzione e prudenza. bisogna innanzitutto capire quali sono le proprie esigenze e le proprie disponibilità per poi decidere il prodotto migliore da scegliere. mSe, infatti, il utuo a tasso variabile è sempre più conveniente di quello a tasso fisso, è comunque soggetto all'andamento altalenante del mercato, che potrebbe improvvisamente portare ad un rialzo dei tassi e, quindi, ad un incremento della rata mensile da pagare.

Chi volesse, pertanto, dormire sonni tranquilli potrebbe pensare ad un mutuo a tasso fisso che pur prevedendo il pagamento di rate più alte comunque non dipende mai dall'andamento del mercato e dalla sua volatilità e prevede sempre il pagamento della stessa cifra ogni mese.  Primo aspetto da valutare quando si decide di accendere un mutuo sono i due costi certi: l’imposta sostitutiva pari allo 0,25% dell’importo erogato e la parcella notarile, che dipende dal valore dell’atto; bisogna poi confrontare i costi dell’istruttoria e della perizia (che ogni banca deve pubblicizzare perché entrano nel calcolo del tasso effettivo) e che possono condizionare la scelta della tipologia del mutuo.

E c’è poi il capitolo polizze: per accendere un mutuo presso i loro istituti, alcune banche chiedono l’apertura di un conto corrente e una o più assicurazioni obbligatorie i cui costi mensili possono influire non poco sul tasso effettivo richiesto per rimborsare. Ma non si tratta di operazioni obbligatorie, per cui è bene saperlo. Tra le migliori offerte di mutuo in questo mese di marzo 2015 spiccano quella di Mps che ha lanciato Mutuo benvenuto, con spread che oscillano dall’1,85% al 2,05% (a seconda che la durata sia di 10 o 30 anni) e Taeg medio (comprensivo degli altri oneri) al 2,44%, e di UniCredit che offre invece Mutuo Valore Italia Cambio Casa, che ha uno spread all’1,75% per Loan to value fino al 50%.

Bnl ed Hello Bank propongono una nuova offerta differenziata su due fasce di loan to value : fino al 65% e 66/80% I prodotti di riferimento sono Mutuo Spensierato (Tasso Fisso) e Mutuo Variabile a tasso variabile per Bnl ed Hello Home Fisso ed Hello Home Variabile per Hello Bank. Lo spread del variabile con loan to value inferiore al 65% è dell’1,8%. Sale al 2,15% su loan to value dal 66% all’80% del valore dell’immobile. Il Tam (tasso di interesse finale) del fisso (spread + tasso interbancario ma al netto di oneri aggiuntivi) va dal 3% al 3,8% a seconda di ltv e durata.

Banco Popolare ha invece lanciato l’offerta Mutuo Last Minute previsto sia a tasso fisso che a tasso variabile, che possono avere una durata fino a 30 anni e possono finanziare fino all'80% del valore dell'immobile. Il Mutuo Last Minute a tasso fisso prevede tasso finito del 2,25% per i primi due anni e del 3,75% per gli anni successivi, mentre il Mutuo Last Minute a tasso variabile prevede uno spread sull'Euribor 3 mesi pari a 1,70% per i finanziamenti di durata fino a 15 anni, e dell'1,85% per i mutui di durata oltre 15 e fino a 30 anni.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il