BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: interventi e proposte ufficiali da sinistra Pd e opposizioni come Cuperlo, Airaudo

Soluzioni necessarie, richieste e interventi per modificare concretamente la riforma pensioni Fornero: gli interventi per tutti, esodati e quota 96




Nulla si muove ancora sulla questione previdenziale e mancano quegli interventi concreti volti a modificare la riforma pensioni Fornero, per renderla più flessibile. Nonostante il governo sembra temporeggiare, forse ancora non pronto per modificare davvero una legge pensionistica capace di garantire sostenibilità economica all’Italia, le novità e ultime notizie continuano a riportare richieste di intervento al governo da parte di opposizioni e minoranze Pd. Giorgia Meloni chiede per esempio che venga presa effettivamente in considerazione la proposta di applicazione di del ricalcolo contributivo come proposto dal presidente dell’Inps, Tito Boeri, ma a partire dai 60.000 euro lordi annui, che considera la soglia per non incidere pesantemente nella vita nelle persone e sui consumi.

Cambiamenti necessari anche per Renata Polverini (Fi), vicepresidente della Commissione Lavoro, che ha spiegato come sia ancora importante il problema esodati e l’emergenza per i futuri pensionati che, probabilmente, saranno poverissimi perché se andrà bene prenderanno una pensione minima di 300 euro. Serve, dunque, creare situazioni favorevoli perché i giovani di oggi vengano messi nelle condizioni di crearsi un bagaglio contributivo, che permetta loro di vivere un vita futura, terminata l’attività lavorato riva, in maniera piuttosto dignitosa.

Secondo la Polverini, è necessario intervenire in tal senso, “non chiudere gli occhi di fronte ad una drammatica realtà: sei famiglie su dieci sono sotto il reddito medio, una persona su quattro risulta essere a rischio povertà e il nostro Paese conquista il negativo primato con il più elevato tasso di giovani che non lavorano e senza una politica fiscale che agevoli anche gli investimenti internazionali, un incremento delle pensioni minime e una detassazione sugli immobili è inutile parlare di ripresa e di entusiasmarsi senza reale motivo”.

Anche la minoranza dem rilancia sulle pensioni e Cuperlo chiede al governo di intervenire una volta per tutte per risolvere il problema degli esodati, definendo le salvaguardie mancanti, mentre Cesare Damiano, oltre a chiedere maggiore flessibilità per tutti, punta anche sulla necessità di una soluzione per i quota 96 della scuola.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il