BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie: riforma, tra interventi positive ed errori regole e leggi per singole regioni

Le iniziative delle singole regioni per prepensionamenti e uscite anticipate: si attendono però interventi universali per tutti con modifiche riforma pensioni Fornero. Le novità




Nell’attesa che vengano finalmente approvati interventi concreti sulla riforma pensioni Fornero, che tanto sta facendo discutere ma per cui si sta facendo effettivamente poco privilegiando interventi su altre questioni, dal lavoro alla scuola, considerando le condizioni di difficoltà di alcune categorie di lavoratori, decisamente penalizzati dalle attuale norme pensionistiche in vigore, sono partite alcune iniziative singole in diverse regioni, volte a modificare la questione previdenziale.

Le novità e ultime notizie parlano di Regioni che si muovono già sulla strada del prepensionamento con quota 100, prestito pensionistico o staffetta generazionale che permette un turn over al lavoro tra lavoratori più anziani che potrebbero andare in pensione prima e lasciare il posto di lavoro a giovani disoccupati, come accaduto in Piemonte.

La Giunta Chiamparino ha, infatti, deciso di stanziare le risorse necessarie che permetteranno ai lavoratori con più di 50 anni, dipendenti da almeno cinque anni di un'impresa con sede in Pimonte, cui mancano tre anni di contributi per la pensione, di trasformare il proprio contratto in part-time, permettendo l’assunzione a tempo indeterminato o con contratto di apprendistato di un giovane disoccupato, di età compresa fra i 18 e i 32 anni.

L’azienda pagherà al lavoratore anziano solo i contributi per l'orario ridotto e per il resto saranno coperti dall'Inps, in base a quanto indicato dall'Agenzia Piemonte Lavoro. E mentre il Piemonte punta sulla staffetta generazionale, in Sicilia, già sul finire dello scorso anno, si pensava alla possibilità di prepensionamento con le vecchie norme pensionistiche per 700 dirigenti e 850 dipendenti del Corpo forestale ed ora si punta su un piano di prepensionamento con quota 100, come proposto da Cesare Damiano, somma dell’età anagrafica e contributiva del lavoratore.

L’assessore all’Economia Alessandro Baccei ha proposto, infatti, di prepensionare con quota 100 ci circa 2.500 dipendenti regionali nel prossimo triennio e la conseguente assunzione di 890 nuovi ragazzi. Anche in questo caso, dunque, la pensione anticipata dei lavoratori più anziani permetterebbe nuove assunzioni per rilanciare l’occupazione giovanile in Italia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il