BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie: riforma nel mese di Marzo. Gli appuntamenti in calendario

Le novità e ultime notizie sulla riforma pensioni Fornero, sui prossimi importanti appuntamenti in programma e su possibilità concrete di modifiche




Dopo l’approvazione dei due decreti attuativi del Jobs Act su contratto unico a tutele crescenti per tutti e nuovi ammortizzatori sociali, il premier Renzi ha annunciato l’arrivo di un terzo disegno legge delega che ha definito più di ‘sinistra’ e che dovrebbe contenere interventi sulla riforma pensioni Fornero. Ma il dibattito pensionistico è attualmente così confuso che è difficile indicare quali possano davvero essere i tempi per vedere concretamente realizzate novità.

Del resto, le ultimo notizie continuano ad essere piuttosto contraddittorie invece che chiarire la situazione. Se molti guardano alla ripresa della discussione sulle misure della riforma della P.A., che dovrebbe continuare in questo mese di marzo con probabili aperture a nuove possibilità di prepensionamento (per gli statali ma che verrebbero estese ai privati per evitare discriminazioni), c’è chi attende con particolare curiosità l’incontro tra il ministro del Lavoro Poletti e il presidente dell’Inps Boeri.

L’idea di entrambe è di lavorare per rendere più flessibile l’attuale sistema pensionistico ma anche per renderlo più equo e sostenibile. Altro obiettivo comune la definizione di una soluzione universale e strutturale che, come aveva già annunciato Polettti l’anno scorso, possa anche risolvere definitivamente la questione esodati. Ma per attuare modifiche reali è necessario trovare un ‘compromesso’ con quella Ue che rappresenta un ostacolo a cambiamenti pensionistici del governo Renzi, ma in tal senso le trattative dovrebbero essere in corso.
 
Ciò che serve per nuovi interventi sulle pensioni sono le risorse che, come è stato confermato, mancano e l’incontro tra Boeri e Poletti si concentrerà anche su questa necessità e su eventuali piani da seguire volti proprio al recupero di nuove risorse economiche. Dopo di che, probabilmente, i primi interventi slitteranno all’estate, con il decreto previdenziale di giugno, o con le nuove proposte che saranno poi discusse nella nuova Manovra Finanziaria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il