BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, vecchiaia, uomini riforma Governo Renzi: novità questa settimana importanti conferme ufficiali seppur con smentite

Potrebbero sembrare decisamente positive le novità e ultime notizie sulle pensioni di questa settimana: di cosa si tratta e nuovi annunci




Potrebbero sembrare decisamente positive le novità e ultime notizie sulle discussioni della riforma pensioni Renzi se non fosse per l’ostacolo da superare che si chiama Ue, che è contraria a interventi sulla riforma pensioni Fornero nonostante si tratti di modifiche che potrebbero permettere di accumulare, nel lungo periodo, risparmi, e che potrebbero contribuire a rilanciare l’occupazione in Italia. Secondo alcune fonti, nuove trattative sarebbero già in corso e l’obiettivo è convincere l’Europa che gli interventi allo studio del governo Renzi sono positivi.
 
Anche nel corso di questa settimana, forze sociali e politiche hanno rimesso in discussione sistemi di uscita anticipata per permettere maggiore flessibilità a tutti, soluzioni ad hoc per lavoratori precoci, necessità di chiudere una volta per tutte caso esodati e questione 96 della scuola, aumenti di pensioni minime, così come un assegno universale che potrebbe seguire il modello del reddito minimo di cittadinanza già avanzato dal M5S e su cui Beppe Grillo si dice pronto a discutere con il Pd.

La proposta dell’assegno universale è stata avanzata dal ministro del Lavoro Poletti, che in questa settimana, intervenuto a Ballarò su Rai Tre, è tornato a parlare chiaramente di riforma pensioni e della volontà del governo di intervenirci. E continuano a susseguirsi le proposte dei vari esponenti dei diversi partiti, da Cesare Damiano, dal ministro Alfano, dall’ex ministro Sacconi, a Beppe Grillo, a Luigi Bobba, ai sindacati.

Novità positive per interventi pensionistici potrebbero essere rappresentate dalla nuova discussione che ripartirà in Commissione Lavoro sul disegno di legge sulla flessibilità del sistema pensionistico e una nuova discussione sul pensionamento delle donne, e dalla richiesta dell’ex ministro Sacconi ad una commissione coordinata da Annamaria Parente (Pd) di censire eventuali esodati ancora da salvaguardare, segno che effettivamente l’intenzione del governo di ‘sistemare’ situazioni di difficoltà c’è realmente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il