BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, proroga certificazione unica,disoccupazione indennità, fattura elettronica,amnistia,quota 96: novità oggi lunedì 9 Marzo

Questione previdenziale, scadenza invio Cu 2015 lunedì prossimo e nuovi sussidi di disoccupazione in vigore da quest’anno: le novità




Diventa sempre più chiara la necessità di agire sulla riforma della Legge Fornero, mentre scade lunedì il termine di invio delle Cu 2015 all’Agenzia delle Entrate. Le novità ad oggi del governo Renzi e possibili cambiamenti futuri

Pensioni e quota 96: Diventa sempre più chiara la necessità di agire sulla riforma della Legge Fornero. Il governo ha nuovamente annunciato l’intenzione di voler rivedere la questione previdenziale, come del resto annunciato dal ministro Giuliano Poletti, che ha rilanciato sulla flessibilità ma anche sulla nuova proposta di assegno universale che dovrebbe riprendere la proposta del reddito minimo di cittadinanza già avanzato da Beppe Grillo. Partiti politici e forze sociale rilanciano su proposte di uscita anticipata per tutti mentre si attende una risposta del governo alla possibilità di proroga Inps dell’opzione contributivo donna. E se questa possibilità dovesse essere approvata, potrebbe aprirsi un nuovo spiraglio per ulteriori interventi sulle pensioni. Richieste arrivano anche per quanto riguarda soluzioni sempre più necessarie e urgenti per i quota 96 della scuola.  

Certificazione Unica proroga: Scade lunedì 9 marzo il termine di invio delle nuove Certificazioni Uniche 2015 all’Agenzia delle Entrate, mentre Consulenti del Lavoro e sostituti di imposta confermano lo sciopero, proclamato da oggi 7 marzo e fino al prossimo 14 marzo. L’Agenzia delle Entrate non ha dunque accolto la richiesta ulteriore di proroga accordata, invece,  per l’invio delle Cu relative agli autonomi che solitamente presentano la dichiarazione dei redditi con modello Unico. Da quest’anno infatti la Cu, a differenza del vecchio Cud, interessa non solo i lavoratori dipendenti e i pensionati ma anche gli autonomi. Dati e informazioni riportate sulla Cu serviranno per predisporre il modello 730 precompilato che inizierà ad essere inviato a tutti coloro che presentano solitamente la dichiarazioni dei redditi con modello 730 dal prossimo 15 aprile.

Riforma scuola: Martedì prossimo 10 marzo torna in discussione in Consiglio dei Ministri la nuova riforma della Scuola. Confermato il piano di assunzione dei precari della scuola a partire dal prossimo mese di settembre. Tra le altre novità previste dalla riforma, novità per quanto riguarda formazione e reclutamento degli insegnanti, nuovo piano di alternanza scuola-lavoro, potenziamento dell’insegnamento di alcune materie, come arte, musica, lingue straniere, interventi di messa in sicurezza dell’edilizia scolastica, detrazioni fiscali per le famiglie con figli alla paritaria, nuovo piano alternanza scuola-lavoro.

Sistri: Nessuna nuova proroga per l’entrata in vigore ufficiale del nuovo Sistri, sistema di tracciabilità elettronica dei rifiuti, e delle sanzioni previste per chi non si adeguerà all’uso obbligatorio di questo nuovo sistema. Dal prossimo primo aprile, infatti,  le sanzioni per mancata iscrizione e mancato pagamento contributi al Sistri, sistema di tracciabilità elettronico dei rifiuti. Il Milleproroghe ha respinto la richiesta di differire al 2016 l’applicazione delle sanzioni, per farle scattare insieme a quelle per il mancato utilizzo del sistema telematico, già rinviate al primo gennaio 2016.

Indennità disoccupazione: Partono da questo 2015 i nuovi ammortizzatori sociali, Dis cool, Naspi e Asdi. Prima novità è il Dis-Coll, nuovo sussidio di disoccupazione per i disoccupati iscritti alla gestione separata dell’Inps e CoCoPro, collaboratori coordinati e continuativi e a progetto, in vigore fino al 31 dicembre 2015, che prevede l’erogazione di un assegno pari al 75% del reddito medio mensile nei casi in cui il reddito mensile sia pari o inferiore a 1.195 euro mensili nel 2015 e non può essere superiore ai 1.300 euro nel 2015. Il Dis-Cool ha una durata massima di 6 mesi. La Naspi, Assicurazione Sociale per l’impiego, in vigore dal primo maggio, può essere richiesta dai lavoratori dipendenti privati a tempo indeterminato e termine e da quelli pubblici assunti a termine; può richiederla chi ha maturato almeno 13 settimane di contributi negli ultimi 4 anni di lavoro e 18 giornate effettive di lavoro negli ultimi 12 mesi. La Naspi avrà una durata massima di 18 mesi, sarà erogata mensilmente dall'Inps per importi massimi di 1.300 euro al mese. Infine, c’è l’Asdi, nuovo Assegno di disoccupazione, che può essere richiesto se al termine della Naspi il lavoratore non abbia trovato una nuova occupazione, e prevede l’erogazione di un assegno di importo pari al 75% dell’ultimo assegno Naspi. L’Asdi può essere richiesto si sono maturati almeno 3 mesi di contributi dal primo gennaio dell'anno precedente o un mese nell'anno in cui si perde il lavoro.

Fattura elettronica: Dal 31 marzo 2015 diventa obbligatorio l’uso della fatturazione elettronica e le pubbliche amministrazioni dovranno adottarla per tutti i rapporti con i propri fornitori. Si tratta di un processo di cambiamento che è stato avviato già lo scorso giugno 2014 e che aveva coinvolto circa 9.000 enti, per lo più pubbliche amministrazioni centrali, obbligo che si allargherà a comprendere tutti dal 31 marzo. Il modello di Fatturazione si basa su un formato elettronico strutturato XML, permette integrazioni dirette dei contenuti del documento nei sistemi del ricevente e l’invio può essere effettuato direttamente dal fornitore verso il Sistema di Interscambio (SdI), tramite un intermediario, che la traduce nel tracciato richiesto, la firma digitalmente e la invia al SdI. Una volta effettuate le verifiche di correttezza, il Sistema di interscambio la inoltra alla P.A. che dovrà identificarne un codice IPA. Il servizio di fatturazione elettronica per le Pmi è stato realizzato e reso disponibile dal Sistema Camerale in collaborazione con l’Agenzia per l’Italia digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Unioncamere per aiutare le imprese ad adeguarsi alle nuove regole di fatturazione e favorire una rapida e completa transizione verso l’utilizzo delle tecnologie digitali e sui siti web delle Camere di Commercio si possono consultare i contenuti informativi sulla fatturazione elettronica.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il