BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Procura Roma chiede sequestro sito Indymedia per "offese a Papa"

La procura della Repubblica di Roma ha chiesto al gip di mettere sotto sequestro il sito Internet Indymedia, una voce della sinistra antagonista, per avere insultato papa Benedetto XVI



La procura della Repubblica di Roma ha chiesto al gip di mettere sotto sequestro il sito Internet Indymedia, una voce della sinistra antagonista, per avere insultato papa Benedetto XVI. Lo hanno detto oggi fonti giudiziarie.

Il sito avrebbe pubblicato un fotomontaggio in cui papa Ratzinger compare in divisa nazista e sullo sfondo la scritta "papa nazista".

La procura indaga per il reato di vilipendio della religione cattolica, per cui la magistratura può immediatamente procedere, e per quello di vilipendio della figura del Papa, per il quale ci vuole l'autorizzazione del ministero della giustizia, trattandosi di un capo di stato estero.

Il sito di Indymedia, che fa capo alla società brasiliana Imc, era stato oscurato per alcuni giorni lo scorso ottobre, dopo il sequestro dei dischi di due server ad opera dell'Fbi americano.

Indymedia ha sostenuto che la richiesta di oscuramento proveniva dalla procura di Bologna, che stava indagando su un movimento anarchico, ma i magistrati bolognesi hanno smentito l'affermazione e il sito ha ripreso a trasmettere dopo alcuni giorni di blocco.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il