BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato e Certificazione Unica: pensionati, pensionati, dipendenti. Come fare e quando scaricare nuovo Cud e modello

Resta fissata a domani lunedì 9 marzo, la scadenza per Consulenti del Lavoro e sostituti di imposta di invio delle nuove Certificazioni Uniche 2015 all’Agenzia delle Entrate: situazione e novità




Resta fissata a domani lunedì 9 marzo, la scadenza per Consulenti del Lavoro e sostituti di imposta di invio delle nuove Certificazioni Uniche 2015 all’Agenzia delle Entrate, ma hanno confermato lo sciopero fino al prossimo 14 marzo. Le nuove Cu sostituiscono da quest’anno il vecchio Cud, servono per la predisposizione del modello 730 precompilato, e devono essere inviate, a differenza del Cud degli anni precedenti, non solo a lavoratori dipendenti e pensionati ma anche agli autonomi che presentano la dichiarazione dei redditi con modello Unico. La proroga di invio delle nuove Cu 2015 è stata prevista solo per loro, cioè per coloro che presentazione la dichiarazione dei redditi con l’Unico e per cui non servono quei dati necessari alla predisposizione del modello 730 precompilato.

L’Agenzia chiarisce che, per semplificare la prima applicazione del nuovo adempimento relativo all’invio, per questo primo anno gli operatori potranno scegliere se compilare la sezione dedicata ai dati assicurativi relativi all’Inail e se inviare o meno le certificazioni con unicamente i redditi esenti. E sempre per quest’anno, tutte le certificazioni uniche che contengono dati da utilizzare per la dichiarazione precompilata devono essere inviate entro domani mentre quelle contenenti esclusivamente redditi non dichiarabili mediante il modello 730, come i redditi di lavoro autonomo non occasionale, possono essere inviate oltre tale scadenza, senza che venga prevista alcuna sanzione.

Le Entrate hanno inoltre chiarito per correzioni di eventuali errori ci saranno cinque giorni di tempo, ma calcolati a partire da ieri 7 marzo. La data di scadenza dell’invio di ogni Cu era infatti fissata a ieri ma considerando che era sabato, è slittata a domani, lunedì, ma i cinque giorni utili per correggere eventuali errori e non incorrere nelle salate multe previste sono partiti da ieri, per cui tutto dovrà essere risolto entro il 12 marzo. Pena, una sanzione di 100 euro per ogni Cu tardiva e contenente errori.
 
Una volta compilata, la nuova Certificazione Unica 2015 si può richiedere in formato cartaceo, via telematica o per telefono. Per richiedere il Cud online all’Inps, bisogna inviare la richiesta all’indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it, con copia dell’istanza digitalizzata firmata e una copia digitalizzata fronte-retro di un documento di riconoscimento valido. Per scaricare poi il Cud online, bisogna accedere al sito Inps, inserire il proprio Pin nella sezione Servizi al cittadino del portale istituzionale, dove può essere visualizzata e stampata dall’utente.
 
Per la CU in formato cartaceo, bisogna presentare la richiesta presso lo sportello dedicato al rilascio del Cud 2015 presente nelle Strutture dell'Inps; tramite delega firmata ai patronati, Caf o professionisti abilitati che possiedono il Pin e il certificato Entratel; rivolgendosi a uno dei servizi Sportello Amici presenti sul proprio territorio; o si può richiedere presso i Comuni. Il Cud in formato cartaceo si può richiedere anche direttamente al proprio domicilio, semplicemente contattando il numero verde 800.434320 e fornendo tutte le generalità richieste.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il