BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: ufficiali due fatti positivi e concreti. Si va avanti non solo semplici annunci

Si aprono primi possibili spiragli a interventi concreti sula riforma pensioni Fornero: due novità in discussione che potrebbero essere importanti. Quali sono




Si aprono primi possibili spiragli a interventi concreti sula riforma pensioni Fornero, o almeno così potrebbe sembrare dalle novità e ultime notizie che riguardano una nuova norma del ddl Concorrenza, che prevede la possibilità di andare in pensione prima per gli iscritti ai fondi di previdenza complementare disoccupati da più di due anni e a cui mancano meno di dieci anni per raggiungere i requisiti pensionistici fissati dalle legge Fornero.

In particolare, la nuova norma prevede che ‘in caso di cessazione dell'attività lavorativa che comporti l'inoccupazione per un periodo di tempo superiore a 24 mesi, le prestazioni pensionistiche siano, su richiesta dell'aderente, consentite con un anticipo massimo di dieci anni rispetto ai requisiti per l'accesso alle prestazioni nel regime obbligatorio di appartenenza’.

Coloro che, dunque, hanno perso il lavoro da oltre due anni potranno chiedere in anticipo la pensione maturata nel fondo di previdenza complementare, a patto che debbano passare ancora dieci anni dalla maturazione della pensione normale. Questa possibilità di uscita anticipata potrebbe aprire a nuove strade di intervento con l’approvazione, possibile, di quei piani di uscita anticipata con prestito pensionistico o mini pensione, con quota 100, o staffetta generazionale e part time validi per tutti.

Altra novità che potrebbe aprire la strada a modifiche alla riforma Fornero è lì’annuncio del presidente della Commissione Lavoro Damiano della ripresa dell’esame del disegno di legge 857 sulla flessibilità del sistema pensionistico, con ripresa della discussione sulla proposta relativa al pensionamento delle donne.

Damiano ha precisato che “L’obiettivo della commissione è quello di intervenire nel dibattito in corso con proposte di merito e unitarie, al fine di contribuire a correggere la riforma Fornero”, annunciando anche  audizioni informali con il ministro del Lavoro, il presidente dell’Inps e le parti sociali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il