BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bollo auto storiche, vecchie, epoca e altri modelli: novità regole calcolo e pagamento, esoneri, proroga, detrazioni regioni

La nuova Legge di Stabilità del 2015 ha previsto importanti modifiche in ambito di bollo della auto storiche a cui non sono mancate alcune lamentele. Vediamo gli ultimi aggiornamenti.




La nuova normativa ha cancellato l'esenzione dal pagamento del bollo per le auto con più di vent'anni, lasciandola solamente per quelle che superino i trenta. Ovviamente la regola non è stata ben accetta dalle associazioni degli automobilisti che, in molte regioni, hanno protestato per il cambiamento.

In molte regioni, quindi, si è optato per la non applicazione della nuova legge, lasciando inalterato il quadro normativo precedente. In altre è stata applicata un'imposta forfettaria per le auto con più di vent'anni e meno di trenta.

Il Governo è intervenuto, in questi giorni, tramite un'interrogazione parlamentare fatta al Ministro dell'Economia, il quale ha nuovamente ribadito che l'esenzionde dal bollo della fascia di auto interessate verrà meno per l'anno 2015.

Nonostante moltissime regioni italiane non abbiamo applicato quanto previsto dalla Legge di Stabilità, il Governo fa presente che il bollo è un'imposta regionale derivata e, in quanto tale, non può essere applicata a discrezione della regione.

A questo punto resta da considerare se la posizione presa dallo stato verrà accolta dalle associazioni di automobilisti. Queste ultime, infatti, lamentano che l'innalzamenteo dei costi di mantenimento delle auto storiche, potrebbero costringere i proprietari alla rottamazione, creando particolari difficoltà a tutto il settore.

Se è vero che il settore del restauro delle auto potrebbe subire un battuta d'arresto, dall'altro lato è previsto un gettito di imposta di qualche miliardo di euro che risulterebbe di fondamentale importanza per il Governo. Secondo quest'ultimo non vi è alcuna possibilità da parte delle regioni di derogare quanto previsti con la Legge di Stabilità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il