BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cartelle Equitalia 2015: per chi, quando e come funziona rateizzazione cartelle e multe di nuovo aperta

Con le nuove riforme del Governo, sarà possibile nel 2015 tornare ad usufruire della rateizzazione delle cartelle di Equitalia per chi avesse perso i benefici nel 2014.




Sarà possibile richiedere, a fronte del pagamento di cartelle di Equitalia Spa, una rateizzazione per un massimo di 72 mesi. Questa possibilità è stata nuovamente aperta per coloro che durante l'esercizio scorso siano decaduti da tale beneficio. Ovviamente sono stati previsti dei limiti a questa opzione.

Innanzitutto, infatti, non sarà prorogabile la nuova rateizzazione e decadranno dalla possibilità di fare domanda, coloro che non ne faranno richiesta entro la data di scadenza che è stata fissata nel 31 Luglio di quest'anno.

Inoltre si perderà il beneficio anche in caso di mancato pagamento di due rate, anche se non consecutive, durante il nuovo periodo di ammortamento. Questa manovra è molto importante, basti pensare che la metà di tutte le riscossione effettuate da Equitalia, avviene mediante le dilazioni dei pagamenti.

Nel decreto Milleproroghe, quindi, il Governo ha voluto inserire questo emendamento che permetterà di dare un valido aiuto ai contribuenti decaduti dal beneficio. Infatti la possibilità di negoziare un nuovo piano di rimborso permetterà di migliorare la situazione economica dei contribuenti.

Nei primi due mesi di quest'anno, inoltre, la società di riscossione italiana ha ricevuto più di venti mila richieste settimanali di nuove rateizzazioni. Questo valore porta a quasi trenta miliardi l'importo totale e garantisce una più stabile entrata fiscale per lo stato. Da inizio anno, infatti, sono stati incassati circa 1,2 miliardi di euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il