BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fattura elettronica obbligatoria per pagamenti PA. Nuove spiegazioni, domande e risposte ufficiali circolare Agenzia Entrate

Ecco tempi e modi dell'applicazione dell'obbligo della fatturazione elettronica che coinvolge amministrazioni pubbliche e imprese.




Amministrazioni pubbliche e imprese si preparano all'entrata a regime della fatturazione elettronica, che dal 31 marzo 2015 diventerà obbligatoria verso tutti i presidi dello Stato sul territorio. Da giugno, le aziende devono usare il formato digitale solo quando si tratta di una pubblica amministrazione centrale, ma tra meno di un mese la regola riguarderà tutte le istituzioni, a partire dagli 8.000 comuni (nel complesso oltre 20.000 amministrazioni). Quali sono le amministrazioni destinatarie dell'obbligo di fatturazione elettronica? A rispondere a questa e ad altre domande ci ha pensato il Ministero dell'Economia con una circolare interpretativa.

In buona sostanza tutte compresi gli istituto e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative, le aziende e amministrazioni statali a ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montante e loro consorzi e associazioni, le istituzioni universitarie gli Istituti autonomi case popolari, le Camere di commercio, tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale, l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni, il Coni.

In merito alle tempistiche, il Ministero ricorda 3 date: il 6 dicembre 2013 per l'avvio volontario previo accordo con i fornitori; il 6 giugno 2014 per le fatture emesse nei confronti dei Ministeri, delle Agenzie fiscali e degli Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale; il 6 giugno 2015 per tutte le altre amministrazioni.

In questo contesto si segnalano gli incontri informativi delle Camere di commercio, fra cui il recente Digital Day con momenti dedicati, spiega Unioncamere, a presentare il servizio di fatturazione elettronica dedicato alle piccole e medie imprese. Un sistema, viene sottolineato, "totalmente gratuito, accessibile dai siti di ogni Camera di commercio, messo a disposizione dal sistema camerale, in collaborazione con l'Agenzia per l'Italia digitale".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il