Cresce Alitalia in Borsa aspettando le prime offerte

Alitalia battezza un 2007 al rialzo dopo che già la fine dell’anno scorso aveva visto il titolo superare l’euro per azione dopo il bando 'soft' di vendita del 29 dicembre



Alitalia battezza un 2007 al rialzo dopo che già la fine dell’anno scorso aveva visto il titolo superare l’euro per azione dopo il bando "soft" di vendita del 29 dicembre. Guadagni superiori al 3,5% (fra i maggiori dell'S&P/Mib) in borsa. Le cordate intanto si compattano e i rumors fioriscono mentre il titolo prende quota in attesa della scadenza per l’invio delle manifestazioni di interesse: la deadline è stata fissata per il prossimo 29 gennaio. Il dibattito anche politico intorno alla privatizzazione della compagnia guidata da Giancarlo Cimoli però non conosce soste, anzi. Proprio stamane Paolo Cento, sottosegretario all’economia ha dichiarato che lo Stato dovrebbe comunque mantenere un controllo sulla compagnia perché "non c’è nessun paese dell’Europa occidentale che non ha il controllo della propria compagnia di bandiera". Una constatazione ineccepibile se non fosse per il fatto che nessuna compagnia europea perde come Alitalia e che lo Stato, negli ultimi dieci anni almeno, ha saputo solo gettare una valanga di soldi nella compagnia dimostrandosi comunque incapace di risollevarne le sorti.

Nel frattempo anche il sindacato si divide sullo sciopero a oltranza indetto per il prossimo 19 gennaio. La Uil non lo condivide e il Governo sta cercando di evitare un’altra dolorosa giornata di braccia incrociate. Per chi guarda però alla società e ai possibili offerenti un aggiornamento sui nomi più gettonati può risultare comodo.

Innanzitutto segnaliamo le voci di un interesse di Alpi Eagles che, con l’aiuto di una cordata della quale farebbero parte i Benetton (soci della compagnia) e altri veneti interessati all’affare e coordinati nientemeno che da un redivivo Gianpiero Fiorani, potrebbe lanciare una proposta su Alitalia.

Il rumor precedente riguardava invece l’Aga Khan, che secondo alcuni, dopo la conquista di Eurofly, potrebbe dirigere la sua Meridiana sulla nostra compagnia di bandiera. Nessuna nuova è invece venuta da AirOne che starebbe studiando un’offerta in cordata con Intesa e con M&C (De Benedetti e Diego Della Valle). Un altro nome è quello dei soci francesi di Air France, ma la lista è probabilmente più lunga. Di certo il titolo, come sempre per le azioni in attesa di opa, vola in questi giorni come non faceva da tempo.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il