BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Istanze Online: novità ufficiali assunzioni precari idonei, bonus stipendi, scatti CDM ieri e aggiornamento ATA terza fascia.

Prosegue la pubblicazione delle graduatorie definitive ATA terza fascia. Ieri la riforma della scuola finisce ancora in Consiglio dei ministri.




AGGIORNAMENTO: Tutte le novità e ultime notizie ufficiali sul Consiglio dei Ministri di ieri e della riforma della scuola si possono trovare qui

Dal punto di vista formale solo domani giovedì 12 marzo 2015 sarà scelto lo strumento legislativo per le assunzioni dei docenti precari nell'ambito della riforma della scuola. In realtà la strada sembra ormai tracciata: dopo la definizione delle linee guide sarà la volta del disegno di legge e dalla conseguente chiamata in causa del parlamento. In realtà, fonti del ministero dell'Istruzione stanno sperando fino all'ultimo di convincere il presidente del Consiglio a trasporre il piano di assunzioni in un decreto. La prima ipotesi sulle assunzioni ne prevede 105.000 entro settembre dalle Gae (Graduatorie a esaurimento); 60.000 con concorso nei prossimi tre anni; 15.000 con un contratto ponte e poi concorso.

Secondo il segretario generale della Uil Scuola, Massimo di Menna, se si parla di assunzioni sui posti attualmente liberi e vacanti non è necessario alcun provvedimento specifico. L'organico della scuola è bloccato da 4 anni a circa 680.000 insegnanti. Le nomine che si possono fare, in base a questa cifra, sono quindi quelle legate ai 17.000 posti liberi coperti da precari, ai 19.000 pensionamenti, alle nomine previste sul sostegno che andrà a regime (15.000). In tutto, a suo dire, a condizioni già date si possono effettuare 50.000 nomine. Se, invece, come annunciato dal premier, l'intenzione è aumentare la platea delle immissioni in ruolo occorrerebbe uno specifico atto legislativo che indichi il nuovo contingente e contenga anche la previsione di spesa e la relativa copertura finanziaria.

Nel frattempo prosegue la pubblicazione delle graduatorie definitive ATA terza fascia. Tuttavia non tutte le province proseguono alla stessa velocità per cui si sta materializzando una situazione molto frastagliata. Infine, è ancora ferma al palo la questione delle posizioni economiche ATA. Il Ministero dell'Istruzione ha fatto sapere di essere alle prese con la verifica del numero dei beneficiari.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il