BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai: le novitÓ in arrivo con disegno di Legge Consiglio dei Ministri oggi giovedý 12 Marzo 2015

Oggi, giovedý 12 marzo, in Consiglio dei Ministri si discuterÓ la riforma della Rai: cosa prevede, nuova riformance azienda e nuova modalitÓ pagamento Canone Rai




Oggi, giovedì 12 marzo, in Consiglio dei Ministri si discuterà la riforma della Rai, che dovrebbe subire cambiare costituzione e che avrà un amministratore delegato con ampi poteri, nominato dal governo,e  sul quale ricadrà la responsabilità di portare risultati. L'amministratore delegato avrà i poteri che normalmente possiede in un'azienda privata e risponderà dei risultati portati. Non sarà cancellata, come richiesto dal M5S, la Commissione di Vigilanza, ma avrà solo un potere di controllo, a differenza di oggi che ha anche potere di indicare i nove membri del consiglio d'amministrazione.

E cambia anche il consiglio d'amministrazione, il cui numero di membri sarà ridotto da nove a cinque e la cui nomina potrebbe spettare al governo, che però dovrebbe solo designare i cinque membri tra una rosa nominata da soggetti indipendenti, come il Consiglio dei rettori, la Conferenza Stato-regioni, la Corte Costituzionale, l'Agcom. La nuova riformance della Rai sarà accompagnata anche da novità per quanto riguarda il pagamento del Canone Rai e per chi paga il canone Rai regolarmente si tratta di una buona notizia. Il governo Renzi, infatti, punta a far pagare l’importo in bolletta elettrica ma ad un costo che sarà dimezzato da 113 euro a poco più di 50.

Nel 2016, dunque, il costo del canone sarà di 50 euro e l’obiettivo è quello di contrastare il fenomeno dell’evasione. Diversi, infatti, gli italiani che non pagano il canone. Secondo i rilevamenti Rai sul pagamento del canone, infatti, solo il 74% delle famiglie italiane paga regolarmente. Le regioni con il maggior numero accertato di evasori sono Campania, Sicilia e Calabria, per un buco all’Erario di circa 600 milioni di euro l'anno.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il