BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato: per chi, modelli e scadenza, come funziona e quando. Scaricare con Pin o cartaceo nuovo Cud e modello

Lavoratori dipendenti e pensionati riceveranno dal prossimo 15 aprile il modello 730 precompilato che sarà inviato ad ogni contribuente in via telematica. Le novità




Cambia da quest’anno la modalità di presentazione del modello 730: lavoratori dipendenti e pensionati riceveranno dal prossimo 15 aprile il modello 730 precompilato che sarà inviato ad ogni contribuente in via telematica. Per poter accedere alla propria dichiarazione dei redditi, bisognerà avere il codice per i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, andare sul sito www.agenziaentrate.gov.it, o telefonare al numero 848.800.444 o agli uffici territoriali delle Entrate.

Se il 730 precompilato che il contribuente riceve non dovesse essere esatto, bisognerà recarsi presso Caf o commercialisti perchè rivedano la dichiarazione dei redditi, o si potranno apportare modifiche e correzioni ai dati anche semplicemente su internet. Si riceverà poi una nuova versione del 730 precompilato.

Verificatane la correttezza, il 730 precompilato dovrà poi essere mandato al Fisco dal primo maggio al 7 luglio. Il modello 730 precompilato conterrà redditi da lavoro e pensione, carichi familiari, spese per mutui, contratti d’affitto, compravendite di immobili, dati sui redditi, sui premi assicurativi, mutui e contributi previdenziali e altre informazioni che il Fisco già possiede all’interno delle sue banche dati. Dall’anno prossimo, poi saranno inserite nella dichiarazione precompilata anche le spese sanitarie o altre spese detraibili, come le tasse scolastiche o universitarie.  

Molti contribuenti dovranno integrare le informazioni riportate sul modello 730 precompilato, grazie alle nuove Certificazioni Uniche 2015, con detrazioni d'imposta non conteggiate. Il 730 precompilato riporterà i redditi da lavoro e da pensione, quelli dei terreni e dei fabbricati, eventuali compensi extra derivanti da qualche collaborazione, oltre a una serie di detrazioni come quelle per familiari a carico, per gli interessi passivi dei mutui destinati all'acquisto della prima casa, per i versamenti nei fondi pensione e nelle polizze vita, ma non le spese sanitarie, che danno diritto a delle detrazioni d'imposta, cioè a uno sconto sulle tasse pari al 19% dei costi sostenuti per l'assistenza medica.

Chi vuole godere di queste detrazioni deve conservare tutti i documenti, come ticket sanitari o ricevute dello specialista, calcolare le relative spese e riportarle nel 730. Anche per godere delle detrazioni per le spese sostenute dai contribuenti per l'istruzione dei figli, bisognerà integrare la dichiarazione dei redditi con i documenti che attestano le spese per l’istruzione sostenute. Stesso discorso per quanto riguarda le detrazioni per gli affitti pagati dagli studenti fuori sede.

Per scaricare il proprio 730 bisognerà aspettare fino al prossimo aprile, ma si può scaricare la nuova CU 2015, valida anche per i lavoratori autonomi e professionisti. La nuova Cu può essere richiesta in formato cartaceo o scaricata online. Per la Cu in formato cartaceo, bisogna presentare la richiesta presso lo sportello dedicato al rilascio del Cud 2015 presente nelle Strutture dell'Inps; tramite delega firmata ai patronati, Caf o professionisti abilitati che possiedono il Pin e il certificato Entratel; rivolgendosi a uno dei servizi Sportello Amici presenti sul proprio territorio; o presso i Comuni, mentre per richiedere il Cud online all’Inps, bisogna, invece, inviare la richiesta all’indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it allegando una copia dell’istanza digitalizzata firmata e una copia digitalizzata fronte-retro di un documento di riconoscimento valido. Per scaricare il Cud online, bisogna accedere al sito Inps, inserire il proprio Pin nella sezione Servizi al cittadino del portale istituzionale, dove può essere visualizzata e stampata dall’utente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il