BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, precoci, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità spread, QE, Pil aprono nuovi scenari a determinate condizioni

Via libera della Bce alla nuova operazione di Qe per ridare slancio all’economia: quale il possibile impatto sulla riforma pensioni Fornero?




Via libera della Bce alla nuova operazione di Qe per ridare slancio all’economia e l’impatto sui mercati è stato “positivo. Il rallentamento della crescita si è invertito e siamo in grado di stabilizzare l’inflazione” ha detto il presidente Mario Draghi. “La nostra politica monetaria sostiene la ripresa. Questo si riflette anche nelle proiezioni macroeconomiche degli esperti della Bce e in tali proiezioni le aspettative sul Pil sono state riviste al rialzo, sia per il 2015 che per il 2016, rispetto al precedente esercizio”.

Secondo Draghi, “le recenti misure di politica monetaria sono uno strumento valido ed efficace per portare l’inflazione più vicino al nostro obiettivo politico e possono sostenere una ripresa più veloce e più sostenuta”. E se il nuovo Qe provocherà davvero un aumento del Pil e se riuscirà a mantenersi costante fino alla prossima Manovra Finanziaria di ottobre, si potrà pensare davvero ad agire con modifiche alla riforma pensioni Fornero, definendo forme di uscita anticipata che, allo stesso tempo, servirebbero per rilanciare occupazione, soprattutto giovanile, produttività e competitività.

Viste le possibili nuove prospettive macroeconomiche, il ministro dell’Economia Padoan, da sempre contrario a interventi sulle pensioni, ha annunciato la disponibilità ad un nuovo incontro con il ministro del Lavoro Poletti e il presidente dell’Inps Boeri, per discutere di questione previdenziale. Per poter però davvero pensare a interventi concreti è necessario che gli eventuali effetti del Qe durino nel tempo garantendo effettivamente quella ripresa economica stimata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il