BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fattura elettronica: software, programmi gratis e altre soluzioni per fatturazione obbligatoria PA 31 Marzo 2015

La fatturazione elettronica è oramai obbligatoria e permetterà un notevole risparmio per la Pubblica Amministrazione, nonché un aumento di efficienza nelle transazioni.




Il nuovo sistema di fatturazione elettronica permetterà un grande risparmio sotto molti punti di vista. Innanzitutto un risparmio economico, derivante dalla possibilità di eliminare dal processo di fatturazione la componente cartacea e l'inchiostro necessario. Questo porterà ad un risparmio di circa un miliardo e mezzo per i conti dello Stato.

Anche sotto un profilo ambientale si permetterà una notevole diminuzione dell'inquinamento. Tutto questo va considerato, anche, sotto la luce della possibilità di creare un'amministrazione più efficiente e meno burocratizzata, che permetta il massimo della trasparenza nei rapporti commerciali con le aziende.

La fatturazione elettronica, tuttavia, potrebbe essere solo il principio di una grande rivoluzione di tipo digitale. Infatti dal 31 Marzo del 2015, tutti i rapporti con le pubbliche amministrazioni dovranno passare tramite questo nuovo strumento.

Questo creerà, quindi, un enorme flusso di fatture elettroniche, considerato il fatto che il volume d'affari di cui si parla sfiora i 135 miliardi di euro. Una vera rivoluzione, insomma, che permetterà a circa 60 milioni di fatture all'anno di passare tramite via telematica e non più cartacea.

Per permettere alle piccole e medie imprese di adattarsi a questo nuovo metodo, le camere di commercio hanno rilasciato un software gratuito per la fatturazione elettronica. Questo modello è stato realizzato con la complicità di un apposito ufficio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. al fine di facilitare il cambiamento.

Il titolare dell'azienda, o chi per esso, potrà utilizzare questo strumento direttamente online, accedendo grazie alle credenziali della Carta Nazionale dei Servizi. Queste credenziali possono essere richieste presso la camera di commercio provinciale della zona di residenza dell'impresa, oppure presso alcuni enti pubblici.

Una volta eseguito l'accesso, sarà sufficiente compilare il modello, specificando, ovviamente, l'ente pubblico al quale è diretta la fattura e apponendo tutti i dati richiesti. Dopo aver apposto la firma digitale, la fattura sarà spedita direttamente in via telematica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il