BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti senza busta paga, garanzie o stipendio Marzo 2015: offerte migliori, tassi interesse, spese, condizioni a confronto

Prestiti senza busta paga in netto aumento in questi ultimi anni: come funzionano, a chi sono dedicati, condizioni e migliori offerte da scegliere




Chi chiede un prestito personale, e in questi anni di crisi sono tante le richieste di liquidità per sostenere le spese quotidiane, deve offrire una garanzia a banche o assicurazioni che ‘prestano’ soldi e su cui poter rivalersi nel caso di mancato pagamento di una rata del prestito da restituire. Solitamente chi chiede un prestito personale non deve necessariamente specificare la finalità di tale prestito, per cui riceve la somma richiesta e decide di investirla come meglio credere. E se fino a qualche tempo fa i prestiti venivano richiesti per grandi spese extra, come l’acquisto di una nuova auto, un bel viaggio o altre spese importanti, oggi sono in tanti gli italiani che scelgono un prestito per avere più disponibilità di soldi da usare per le spese di ogni giorno, visto che in molti casi non basta il solo stipendio per arrivare a fine mese.

E proprio per andare incontro a chi soffre particolarmente la crisi sono nati i prestiti cosiddetti senza busta paga che possono essere richiesti cioè anche da lavoratori aticipi, disoccupati, casalinghe, o studenti, categorie di persone cui un prestito era chiaramente negato fino a qualche mese fa e si tratta di tipologie di prestiti in netta crescita negli ultimi anni, anche a causa di un mercato del lavoro sempre più elastico e formule contrattuali a scadenza. In questi casi è possibile accedere a prestiti personali senza busta paga utilizzando un eventuale immobile di proprietà come garanzia o un’eventuale entrata derivante da un canone di locazione.

Per quanto riguarda i prestiti senza busta paga richiesti dalle casalinghe per far fronte alle spese o alle urgenze all’ordine del giorno, questi possono essere distinti in prestiti casalinghe senza garante e con garante e in questo caso è richiesta, a tutela del finanziamento, la copertura di un terzo soggetto. Poste Italiane, propone, per questa tipologia di prestiti, Special Cash Postepay, che può essere richiesto da tutti i titolari di carta Postepay e che permette di chiedere una somma compresa tra 750 e 1.500 euro direttamente sulla carta, con restituzione della somma in 15, 20 e 24 mesi, a tassi vantaggiosi.  Il prestito senza busta paga SpecialCash può essere chiesto in qualsiasi sportello delle Poste Italiane, sia da cittadini italiani che stranieri, purchè in possesso di un regolare permesso di soggiorno, passaporto e un certificato di reddito.

Per ottenere il prestito SpecialCash bisogna avere un’età compresa fra i 18 e i 70 anni una Postepay sulla quale verrà accreditata la somma del prestito. Segue l’offerta di Findomestic, che propone diversi prodotti in base alle esigenze del richiedente e prevede la possibilità di richiedere importi anche superiori ai 5mila, somma solitamente prestata da questa tipologia di prestiti. Con il prestito Findomestic, dopo il regolare pagamento delle prime sei rata, si può procedere anche a modificare la somma da versare, aumentandola o diminuendola. Anche Compass offre buoni prodotti per quanto riguarda i prestiti personali senza busta paga e a tassi vantaggiosi. Per esempio, per un importo di 10mila euro è previsto un rimborso con rate mensili di 167.15 euro ad un Tan Fisso del 9,90% e un Taeg 11,02%.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il