BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato o ordinario, certificazione unica e dichiarazione redditi: per chi, quando, come scaricare,compilare,inviare

Le nuove normative relative alla dichiarazione dei redditi del 2015 presentano molte novità. Arriva la nuova Certificazione Unica in sostituzione del CUD ed il modello 730 precompilato.




La dichiarazione dei redditi, quest'anno, sarà più semplice grazie alla nuova certificazione unica. A partire dal 2 Marzo, infatti, il nuovo modello dovrà essere messo a disposizione dei lavoratori da parte dei datori di lavoro. La differenza più significativa con la vecchia documentazione è da identificare nelle categorie interessate.

La certificazione unica, infatti, riguarderà anche lavoratori autonomi e chiunque abbia percepito provvigioni o redditi diversi durante il periodo d'imposta. Inoltre sono previste un numero decisamente maggiore di informazioni, sia di carattere fiscale, sia dati identificativi di familiari a carico.

Per i lavoratori dipendenti, inoltre, è stata realizzata un'apposita sezione riguardante gli 80 euro in busta paga previsti dagli aiuti del Governo. La certificazione dovrà essere inviata entro il 7 Marzo e rappresenterà la base per il calcolo del nuovo modello 730 precompilato.

Il 730 precompilato verrà presentato ai contribuenti direttamente dall'Agenzia delle Entrate che provvederà a renderlo disponibile sul proprio sito. Per chi non fosse in possesso delle credenziali d'accesso, sarà sufficiente rivolgersi ad un centro di assistenza fiscale o ad un professionista autonomo.

Il contribuente sarà tenuto, tuttavia, a verificare le informazioni presenti ed a verificare che non vi siano mancanze. In tal caso dovrà provvedere in autonomia ad integrare la documentazione. L'integrazione dovrà avvenire, per quest'anno almeno, anche con riferimento alle spese sanitarie da portare in detrazione.

Chi desideri accettare direttamente il modello presentato senza apportare modifiche può farlo immediatamente, specificando semplicemente la destinazione del proprio 5 e 8 per mille. Per quest'anno sarà previsto, quindi, un profondo cambiamento nelle normative nazionali, dovuto all'affiancamento del 730 precompilato e di quello ordinario.

La differenza, innanzitutto, tra i due modelli, è data, anche in questo caso, dal target a cui sono rivolti. Il 730 precompilato verrà fornito dall'Agenzia, ai lavoratori dipendenti, pensionati e parasubordinati.

Restano fuori, quindi, i detentori di partita IVA nel periodo di imposta precedente e tutti coloro che non abbiano avuto i requisiti per la presentazione del 730, sempre nell'anno precedente. Tutti questi soggetti saranno obbligati a presentare il modello 730 ordinario.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il