BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato: chi e quando può fare al posto Unico e altri casi. Come avere Pin per scaricare o ricevere cartaceo a casa

Nuovo Modello 730 2015 precompilato: come riceverlo online e in formato cartaceo e come ricevere Pin di accesso ai servizi telematici delle Entrate




Inizierà ad essere inviato ai contribuenti esclusivamente in via telematica a partire dal prossimo 15 aprile il nuovo modello 730 precompilato che interesserà pensionati, lavoratori dipendenti, ma anche chi nel 2014 ha presentato il modello Unico per i redditi 2013 pur potendo presentare un modello 730, chi ha ricevuto dal datore di lavoro la Cu 2015 per i redditi percepiti nel 2014, chi nel 2014, oltre al modello 730 ha presentato anche un modello Unico 2014 compilando però solo i quadri RM, RT e RW. Si tratta di una novità che dovrebbe agevolare i contribuenti ma che rende più pesanti i carichi di lavoro per Consulenti del Lavoro e sostituti di imposta.

Se, infatti, fino all’anno scorso toccava al contribuente compilare il proprio 730, con il debutto del 730 precompilato tocca all’amministrazione finanziaria raccogliere ed elaborare i dati, e predisporre il modello da inviare al contribuente, che dovrà poi soltanto verificare l’esattezza e la completezza dei dati e delle informazioni riportate. Il modello riporterà i dati già in possesso del fisco, a partire da quelli anagrafici e reddituali contenuti nel Cud, cui bisognerà aggiungere le detrazioni per familiari a carico, per lavoro dipendente e per pensione.

Dal prossimo 15 aprile 2015 sarà possibile visualizzare il proprio modello 730 sul sito delle Entrate e scaricarlo direttamente online. Per accedere al servizio Fisconline delle Entrate bisogna avere un Pin e se non lo si ha, basta andare sul sito www.agenziaentrate.gov.it, o telefonare al numero 848.800.444 o agli uffici territoriali delle Entrate. Per avare il Pin necessari per l’accesso ai servizi telematici delle Entrate, ci si può anche rivolgere direttamente all’Ufficio Territoriale delle Entrate, dove verrà rilasciato al contribuente uno stampato con un numero di protocollo, la prima parte del Pin code e una password. Inserendo questi tre elementi, nella sezione Fisconline sul sito delle Entrate si riceverà la seconda parte del pin e si potrà accedere ai propri dati fiscali.

Nonostante la novità digitale, il Modello 730 2015 si potrà ricevere, come di consueto, anche in formato cartaceo, semplicemente rivolgendosi ad un Caf ma da quest’anno si tratta di un servizio per cui bisognerà pagare. Come precisato, infatti, dagli stessi Centri di Assistenza Fiscale il servizio non è più gratuito, proprio perché per loro sono subentrate nuove responsabilità.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il