Eclissi di Sole 2015: streaming diretta live venerdì 20 Marzo. Orario, in Italia e all'estero. Come, dove e quando vedere

Ci saranno circa due ore di tempo per ammirare lo spettacolo dell'eclissi totale di sole. Sarà visibile anche in Italia, ecco come.

Eclissi di Sole 2015: streaming diretta


Lo hanno già battezzato il giorno del sole nero. Venerdì 20 gennaio 2015 è in programma l'eclissi totale di sole in coincidenza con l'equinozio di primavera. Considerano che il 2026 è l'anno della prossima eclissi totale di pari intensità e che il 20 marzo del 1662 è stato il giorno in cui si è verificata l'ultima eclissi totale, è chiaro come si tratta di un appuntamento da non perdere. La durata dell'evento è di circa 2 ore. Sarà visibile anche in Italia seppure non completa. In Italia occorrerà guardare all'insù a partire dalle ore 9. I primi a poter godere dello spettacolo del cielo saranno i sardi alle 9:16. A Roma l'eclissi totale di sole è alle 9.23, a Milano alle 9.24, a Napoli alle 9.25.

Chi non vuole perdere neanche un dettaglio può rivolgersi al web. Fra i siti che ospiteranno la diretta streaming da PC, smartphone e tablet ci sono virtualtelescope.eu/webtv e quello della Nasa, raggiungibile all'indirizzo eclipse.gsfc.nasa.gov/SEgoogle/SEgoogle2001/SE2015Mar20Tgoogle.html. L'Agenzia Spaziale Europea (Esa) riprenderà l'eclissi da 800 chilometri di altezza. Per chi sceglie la visione diretta, valgono i consigli di Paolo Volpini dell'Unione Astrofili Italiani: "Attenzione a guardare il Sole con metodi fai da te. Soluzioni artigianali come i vetri affumicati o lastre radiografiche possono essere rischiosi".

Sul sito della rete astrofili è presente un elenco con tutti gli appuntamenti di visione collettiva organizzati in Italia. In buona sostanza venerdì il sole viene oscurato completamente ed è visibile solo in una stretta fascia della superficie terrestre. Altrove sarà parziale. Si differenzia da quella parziale in cui la Luna non è perfettamente allineata con Terra e Sole per cui l'ombra lunare non giunge alla superficie terrestre. A completamento ci sono quella anulare in cui la luna è nel punto più lontano della sua orbita: il diametro angolare del suo disco rimane minore di quello del sole. Fenomeno abbastanza raro è quella ibrida: il diametro angolare apparente della Luna è appena sufficiente a coprire il sole.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il