BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, Imu terreni agricoli, riforma PA e corpi polizia, bollo auto storiche, quota 96, indulto, amnistia: novità oggi giovedì

Ancora aperta la discussione sulla riforma pensioni Fornero, il Ministero dell’Economia chiarisce il pagamento del bollo auto sulle auto d’epoca e continua l’emergenza carceraria: le novità




Mentre continua la discussione sulle novità da applicare alla riforma pensioni Fornero, il premier Renzi annuncia accorpamenti dei corpi di Polizia mentre è ancora ben lontana una soluzione per il pensionamento definitivo dei quota 96 della scuola.

Pensioni: Mentre continua la discussione sulle novità da applicare alla riforma pensioni Fornero e modifiche orientate verso una maggiore flessibilità, arrivano novità per quanto riguarda importi di assegni e necessità di essere appoggiati ad un conto corrente. Ma facciamo un passo indietro per capirne di più: dal primo luglio 2012 per le pensioni di importo pari o superiore ai 1000 euro è scattato l’obbligo di apertura di un conto corrente, un libretto postale o una carta prepagata abilitata su cui far addebitare la pensione, provvedimento che ha costretto molti pensionati all’apertura di un conto corrente giacchè non avrebbero più potuto ricevere in contanti somme dai mille euro in su. La novità di oggi è che l’Inps ha previsto che nel conteggio dei 1000 euro non rientrino i pagamenti una tantum, come la tredicesima mensilità, o pagamenti di arretrati o di conguagli, o pagamenti occasionali. In questi casi non sarà necessario che l’erogazione dei mille confluisca in un conto corrente. Questa novità dipende dal fatto che i provvedimenti sulle pensioni hanno finalità diverse dall’antiriciclaggio poiché le pensioni in contanti non presentano tale rischio, ma riguarda solo la tracciabilità del denaro e la necessità di maggiori controlli.

Riforma corpi di polizia: Corpi di Polizia da riformare: questo uno degli obiettivi che il premier Renzi si è prefissato con la nuova riforma della P.A. L’intenzione è quella di diminuire i corpi esistenti. Renzi ha spiegato: “Siamo tutti d’accordo che dobbiamo andare verso una sempre maggiore interazione delle forze di polizia. Dopo la riforma della P.A. dubito che saranno ancora 5 le forze di polizia”. L’idea è accorpare le forze di Polizia e ridurre il numero dei corpi. Ma il piano non piace alla Lega Nord e Roberto Maroni ha dichiarato: “Non penso sia una buona idea, perché hanno una loro storia, un senso di appartenenza peculiare, un'identità, una tradizione. Forzare una 'fusione a freddo', finirebbe solo per demotivare chi ne fa parte”. Secondo Maroni bisognerebbe “creare una rete di servizi omogenea, come abbiamo fatto in Lombardia. Siamo la prima e unica regione ad avere un'unica centrale operativa per il Numero di emergenza (112, 113,115 e 118), che risponde a tutte le esigenze. Bisogna mettere insieme i servizi. Fondere corpi diversi, che sono in parte civile e in parte militari, non funziona”.

Bollo auto: Il bollo auto per la auto storiche dovrà essere pagato in tutte le regioni d'Italia: sono arrivati i chiarimenti attesi dal Ministero dell'Economia dopo il caos nato a seguito della novità contenuta nella nuova Legge di Stabilità che ha cancellato l’esenzione del bollo per le auto storiche 20ennlai, lasciandola solo per le auto con più di 30 anni. Le Regioni hanno protestato contro tale provvedimento, decidendo di adottare misure diverse. Ma ora la legge conferma che le auto storiche di età compresa tra i 20 e i 29 anni dovranno pagare il relativo tributo. Con questa disposizione, il Ministero dell’Economia ha chiarito anche che la tassa automobilistica è un tributo regionale derivato, per cui vale sempre la legge statale. E ciò significa che le Regioni non hanno l’autonomia di prevedere esenzioni che non siano disposte dalla legge statale.

Certificazione Unica: E’ scaduto il termine di invio per le Certificazioni Uniche per evitare la sanzione di 100 euro prevista per gli invii con errori o tardivi e il 12 marzo sono anche scaduti i 5 giorni in più che erano stati concessi per apportare modifiche, correzioni o annullamento a una o più Certificazioni sbagliate. Ora, nei casi di errata trasmissione, è prevista una sanzione pari a 100 euro per ogni singola certificazione non corretta, multa che sarà a carico del Consulente del Lavoro o sostituto di imposta che inviato in ritardo la Cu o l’ha inviata con errori.

Quota 96: Ancora nessuna novità per i quota 96 della scuola: Dopo la chiusura del Ministro Madia ad una soluzione per i 4mila docenti appartenenti alla quota 96 non sembra prospettarsi ancora nulla di buono e resta da capire anche se si riusciranno a reperire le risorse economiche necessarie al loro pensionamento definitivo. Intanto, continuano ad arrivare denunce e richieste al governo da parte di interessati che, pur avendo maturato i requisiti pensionistici necessari per l’accesso alla pensione, devono ancora continuare a lavorare.

Indulto e amnistia: Nonostante le rassicurazioni del ministro della Giustizia Orlando e le misure del decreto svuota carceri, non migliora la situazione del sovraffollamento carcerario. Il segretario ligure del Sappe Ludovico ha spiegato “Nelle carceri liguri sono troppi gli eventi critici che fanno innalzare il livello di attenzione al quale è sottoposta la polizia penitenziaria. Siamo più volte intervenuti contestando la presenza delle bombolette di gas tipo campeggio che utilizzano i detenuti per poter cucinare. Queste bombolette rappresentano un pericolo sia perché possono essere utilizzate come mezzo infiammante e sia, come in questo caso, per simulare l’effetto allucinogeno. Non è il primo caso di soggetti che sono deceduti per eccesso di inalazione da gas e questa volta solo grazie al tempismo delle poliziotte si è evitato il triste epilogo”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il