BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: cumolo, invalidità, reversibilità ritornano al centro. Importanti o solo fumo occhi

Si torna a discutere di modifiche alle pensioni di invalidità, di reversibilità e di cumulo: situazione e nuove proposte. La novità di Bobba del Pd




Si torna a parlare di novità pensioni ma questa volta in riferimento ai trattamenti di reversibilità, di cumulo e di invalidità, aspetti tornati prepotentemente in discussione con la nomina di Tito Boeri come presidente dell’Inps. Si tratta, tuttavia, di aspetti su cui erano stati già prospettati interventi da parte dello stesso premier Renzi, in accordo con i suoi consiglieri economici, a partire dal quel Gutgeld diventato anche Commissario per la spending review al posto di Cottarelli. Renzi, lo scorso anno, aveva infatti annunciato un piano di tagli e modifiche di pensioni di invalidità e di reversibilità, ma anche delle baby pensioni, piano sempre rimandato finora, che avrebbe dovuto essere compreso nel decreto previdenziale che si aspettava per l’inizio di quest’anno ma che sembra slittato all’estate.

C’è sempre, però, da considerare il problema della mancanza di soli per interventi, visto che si ribadisce da tempo che mancano le risorse per interventi sulla riforma pensioni Fornero e per rendere le attuali norme pensionistiche più flessibili per tutti. Eppure non servirebbero particolari risorse per intervenire in tal senso, anzi, si tratta di piani che invece porterebbero risorse e risparmi nelle casse dello Stato e il problema delle pensioni di invalidità resta comunque una questione da affrontare.

Sono diverse le cause aperte in merito e diverse le novità. Solo qualche giorno fa la Cassazione ha stabilito che ai fini del calcolo del reddito massimo, necessario per ottenere l’assegno mensile di invalidità o la pensione di invalidità, non si deve tenere conto dell’abitazione. Secondo la Suprema Corte, infatti, il reddito derivante dalla casa non deve essere calcolato per il superamento della soglia reddituale indicata dalla legge. Inoltre, bisognerebbe discutere della possibilità di aumentare pensioni minime e di invalidità.

In discussione anche il ddl presentato da Bobba del Pd sulla cumulabilità e la tassazione delle pensioni di reversibilità. Il ddl chiede modifiche sulla cumulabilità dei trattamenti pensionistici ai superstiti con i redditi del beneficiario e sui trattamenti da applicare. Secondo Bobba, “È assolutamente urgente intervenire almeno per quanto riguarda la pensione di reversibilità. È indispensabile inserire nella normativa previdenziale e fiscale misure a sostegno del coniuge superstite, il quale nella maggior parte dei casi si trova in gravi difficoltà economiche a seguito del lutto sofferto e prevede la cumulabilità del reddito del coniuge superstite con quello del de cuius, con la conseguente abrogazione della tabella F allegata alla legge 8 agosto 1995, n. 335”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il