BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi: novità quota 100, contributivo, Mini pensione emendamenti riforma PA

Entro l’estate dovrebbe essere approvata la nuova riforma della Pubblica Amministrazione: novità prepensionamenti e per riforma pensioni Fornero




Entro l’estate dovrebbe essere approvata la nuova riforma della Pubblica Amministrazione e, in tema di prepensionamenti, si attendono novità per gli statali che potrebbero aprire la strada ad interventi di modifica della riforma pensioni Fornero anche per i lavoratori privati. Sel e la Lega intanto hanno presentato emendamenti con la richiesta di estensione del sistema contributivo per tutti, possibilità di uscita anticipata con quota 100, o con prestito pensionistico o mimi pensione.

Gli emendamenti della riforma della P.A., come aveva già annunciato il ministro Madia ad inizio lavori, prevedono soprattutto la possibilità di prepensionamenti con staffetta generazionale e passaggio al part time, garantendo maggiore flessibilità lavorativa agli impiegati, con riduzione dello stipendio, e nuove possibilità di accesso nel mondo del lavoro per i più giovani.

Puglia e Crimi del M5S hanno presentato, inoltre, nuovi emendamenti per chiedere la pensione anticipata per i macchinisti ferroviari con 58 anni e 38 di contributi; e per permettere ai segretari comunali, figura che potrebbe essere abolita dal ddl Madia, di accedere alla pensione con una deroga alla legge Fornero purchè abbiano maturato i requisiti necessari entro il 31 dicembre 2015. La previsione di novità riguarda anche l’estensione del sistema contributivo per tutti, non solo proroga dell’opzione donna.

Si tratterebbe di concedere la possibilità, a lavoratori dipendenti e autonomi, di andare in pensione prima, a 57 o a 58 anni con 35 anni di contributi, piuttosto che a 66 anni e 3 mesi come richiesto dalla legge Fornero, a patto, però, di accettare il calcolo della pensione finale soltanto con metodo contributivo, e non più con il vantaggioso retributivo, il che significherebbe ricevere pensioni ridotte.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il