BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu Terreni agricoli 2015: decreto IMU, cosa prevede dopo approvazione e voto ufficiale. Rimane sentenza Tar a Giugno

Votato ufficialmente il decreto sull’Imu sui terreni agricoli ma questione ancora aperta e probabilmente con il Tar che si deve ancora esprimere




AGGIORNAMENTO:  La Camera ha approvato decreto legge sull'Imu sui terreni agricoli: nessuna novità rispetto a quanto previsto attualmente. Si paga, infatti, in base ai criteri di classificazione Istat che definiscono una divisione tra Comuni montani, parzialmente montani e non montani, ma ci sarà tempo ancora fino al 31 marzo per pagare la tassa sui terreni agricoli senza interessi e sanzioni. Prevista, inoltre, l’esenzione per le piccole isole, come Ischia, Pantelleria, Eolie e così via, e una detrazione da 200 euro per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali proprietari di terreni che in base alla circolare del 1993 non pagavano.
Rimane, comunque, sempre il Tar che si deve ancora esprimere e, quindi, la situazione rimane complicata e in evolversi.

Sta creando ancora problemi e difficoltà la questione del pagamento dell'Imu sui terreni agricoli e oggi si vota in Parlamento il decreto che, però, non sarà l’ultimo atto di una questione che continua a suscitare caos. Il deputato nazionale e vice coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia, Riccardo Gallo, ha presentato infatti un emendamento che prevede l'esenzione per i terreni agricoli della provincia di Agrigento e Lampedusa.

Gallo ha spiegato che “Occorre il massimo impegno per contrastare l’introduzione di una misura depressiva e penalizzante per l’economia italiana quale è il pagamento della tassa Imu anche sui terreni agricoli. Renzi e Padoan sventolano la bandiera della ripresa economica, invitando a non rilassarsi, e nel frattempo, invece, si spezzano letteralmente le gambe ad un settore strategico nell’ambito del tessuto economico nazionale, la produzione agricola, che, in alcuni territori, come ad esempio la provincia agrigentina, rappresenta il primo e l’unico settore ancora vivace a fronte di enormi sacrifici da parte degli addetti ai lavori, che non meritano affatto di essere vessati e costretti alla chiusura delle proprie attività a causa di una vile pressione fiscale”.

Continua a chiede invece la completa cancellazione del pagamento Imu sui terreni agricoli il Movimento 5 Stelle, ma intanto il governo è a lavoro per costituire una commissione tecnica con il compito di rivedere i parametri da considerare per calcolo e pagamento. Si tratta di una decisione che deriva dall’ennesimo parere negativo del Tar del Lazio. Inizialmente, infatti, i giudici  avevano criticato i parametri di calcolo in base all’altitudine contenuti nella Legge di Stabilità, ma sembrano non essere d’accordo nemmeno  con i criteri basati sulla classificazione Istat dei Comuni. Tutto, dunque, potrebbe tornare in ballo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il