BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi: novità quota 100, contributivo, mini pensione in Parlamento

La commissione Lavoro della Camera dei deputati ha affrontato la questione della riforma pensioni Renzi. Si arriverà a una sintesi?




Il tema della flessibilità nella riforma pensioni ovvero della concessione di misure meno rigide per l'uscita anticipata è stato al centro delle discussioni in sede di commissione Lavoro della Camera dei deputati. Fra novità e ultime notizie, sul tavolo dei ragionamenti è finita la proposta di Cesare Damiano, presidente dell'organo parlamentare, di consentire l'apertura della porte del congedo dal lavoro già al raggiungimento dei 62 anni di età con 35 anni di contributi con un disincentivo dell'8%. Gli scostamenti da questo limite fino ai 66 di età sarebbero pagati in termini di penalizzazioni decrescenti nell'assegno nel caso di ritiro anticipato e, al contrario, di incentivi economici nel caso di prolungamento.

Non c'è stato il consenso unanime fra chi, come Luisa Gnecchi, ha invitato a tenere conto dell'adeguamento alla speranza di vita, e chi, come la Lega, ha proposto l'applicazione di una quota (99 o 100) come somma di anni di contribuzione ed età anagrafica da raggiungere per andare in pensione. Damiano ha fatto presente come il lavoro della Commissione sia proprio quello di "esaminare queste proposte ed elaborare una sintesi condivisa dalla maggior parte delle forze politiche".

Sul principio dell'applicazione agli statali delle norme del Jobs Act, nel governo c'è una spaccatura: il sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti condivide l'estensione; il collega alla pubblica amministrazione Angelo Rughetti teme invece che così facendo si dia la stura a licenziamenti politici. Nelle prossime ore il Senato dovrebbe concentrarsi su uno dei capisaldi della riforma: la riorganizzazione dell'amministrazione dello Stato,che va dal taglio delle prefetture alla realizzazione degli Uffici territoriali, dalla razionalizzazione delle forze dell'Ordine alla riscrittura dei compiti e delle facoltà del presidente del Consiglio. Da parte sua il ministro Marianna Madia tiene vivo il fascicolo del turn over generazionale attraverso i prepensionamenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il