BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie: riforma, Draghi rilancia importanza riforme e sottolinea ruolo previdenza

Apertura di Mario Draghi alle riforme nel giorno dell'inaugurazione della nuova sede della Banca Centrale Europea. Novità e ultime notizie sulle pensioni.




Quando si ascolta Mario Draghi, governatore della Banca Centrale Europea, parlare di "cambiamento" e che "non possiamo avere una prospettiva puramente economica", si aprono nuove prospettive per la riforma pensione anche in Italia. Certo, l'Unione Europea continua a essere un custode molto rigide della stabilità economica dei Paesi aderenti alla comunicata, ma le parole di Draghi lasciano aperta un'importante porta. Resta da capire come possa tradursi in realtà questo auspicio alla revisione delle regole sociale.

Una delle ipotesi più valide potrebbe essere quella dell'assegno universale, su cui la stessa Bruxelles non è di principio contraria. D'altronde sono tanti i Paesi in Europa che hanno introdotto da tempo questo strumento si sostegno al reddito. Dopo aver abbassato i tassi fino al minimo dello 0,05% (e a -0,20% sui depositi) la Bce ha avviato a inizio marzo il Quantitative Easing cioè l'acquisto di titoli pubblici e privati per oltre 1.000 miliardi di euro, fino a quando non sarà ripartita l'inflazione. Sono attesi benefici per l'economia italiana che potrebbero andare nella scia di favorire il percorso delle riforme.

Le precisazioni di Draghi arrivano subito dopo l'inaugurazione, con tanto di proteste, della nuova sede della Bce, costruita nella Grossmarkthalle (i vecchi mercati generali) di Francoforte. I lavori sono terminati a fine 2014. La Bce è uno degli organi fondamentali dell'Europa. Ha come obiettivo principale il mantenimento della stabilità dei prezzi con un target di inflazione nel medio periodo inferiore ma vicina al 2%. A febbraio 2015 si è attestata a -0,3% nell'area euro e a -0,2% nell'Unione Europea. Tra le funzioni fondamentali della Bce, la definizione della politica monetaria nell'eurozona, le operazioni sui cambi, il regolare funzionamento dei sistemi di pagamento. Spetta alla Bce il diritto di stampare moneta nell'eurozona e la vigilanza prudenziale sul sistema bancario e finanziario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il